Lunedì 17 Dicembre 2018 | 14:57

GDM.TV

Il rigassificatore a Taranto

TARANTO - I rischi per la realizzazione sulla banchina del porto di Taranto di un rigassificatore, così come proposto dalla multinazionale iberica Gas Natural, sono sempre all'attenzione degli Enti locali e dei comuni cittadini.
Preoccupazioni sulle quali è voluto intervenire anche il ministro dell'Ambiente, Altero Matteoli, nel corso della sua recente visita presso l'Ilva di Taranto.
Il ministro, rassicurando che sarà fatto un esame serio del progetto-rigassificatore, ha ricordato che «in Italia sino a poco tempo fa nessuno parlava di rigassificazione. Oggi ci sono già sei o sette richieste di rigassificatori».
Richieste che dimostrerebbero un sempre crescente interesse verso un più massiccio utilizzo di questo combustibile e, perciò, «si tratta di vedere dove devono essere costruiti e fare quello che la legge ci obbliga a fare: una valutazione di impatto ambientale seria per verificare se questo rigassificatore può essere inserito in una città, in questo caso Taranto».

In Italia «verrebbero costruiti due di questi impianti - ha aggiunto il ministro - che sarebbero a 15 miglia l'uno dall'altro nella provincia di Livorno. Uno c'è già a Brindisi, uno in Calabria ed ora c'è questa richiesta della "Gas Natural" per il porto di Taranto».
La valutazione dell'impatto ambientale (Via) è il momento cruciale in cui si decide se concedere il nulla osta o rispedire tutto al mittente per dare tranquillità ai cittadini. Per questo «oggi la valutazione - secondo Matteoli - avviene in maniera diversa perché in passato si aspettava il progetto definitivo che era inviato alla commissione per la valutazione di impatto ambientale, che cominciava ad esaminare tutto questo. Oggi, invece, nel momento in cui si presenta il progetto di massima si dà la possibilità alla commissione di poter lavorare quasi insieme al tecnico, perchè il progettista, man mano che si procede, manda le carte in modo che anche nella fase di progettualità ci possono essere interventi che mirano a correggere il progetto stesso. Solo una valutazione di impatto ambientale seria - ha concluso il ministro - potrà dirci se costruire o meno un rigassificatore a Taranto. La cosa che bisogna dire ai cittadini, che spesso protestano in alcuni casi in maniera strumentale ma a volte in perfetta buona fede, è di stare tranquilli perchè ci sarà una valutazione di impatto ambientale che garantirà sicuramente se sia giusto o meno costruire il rigassificatore a Taranto».
Paolo Lerario

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo

 
Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia