Lunedì 10 Dicembre 2018 | 12:54

GDM.TV

i più visti della sezione

Fitto: il Piano ospedaliero non ha niente a che vedere con il decesso della signora

BARI - «Gentile sig. Montalbò, sono sinceramente dispiaciuto per quanto accaduto a sua madre ma Le posso assicurare che il Piano ospedaliero non ha niente a che vedere con il decesso della signora». Lo scrive il presidente della Regione Puglia, Raffaele Fitto, a Vito Montalbò, il quale ha denunciato che la mamma è morta «vittima del sistema e della sua riforma sulla sanità». «Capisco - afferma Fitto - che il provvedimento di riordino si sia prestato spesso, per irresponsabile faziosità, e per polemica di parte a rappresentare qualunque imprevisto o dato negativo come fatto da attribuire al Piano ospedaliero. Dalle notizie che oggi stesso ho personalmente assunto e che di seguito le riporto emerge che, probabilmente, il tempestivo intervento del 118 ha potuto solo ritardare l'evento infausto.
Intanto poichè in realtà si discute di posti letto di neurochirurgia le assicuro che il Piano ospedaliero non ha ridotto i posti letto di tale disciplina. In alcune strutture sono stati addirittura aumentati. Si è passati da 243 a 284 posti letto, che sono congrui per una regione di 4 milioni di abitanti e ben distribuiti sul territorio».
«Da accertamenti effettuati - precisa Fitto - è emerso che la chiamata alla centrale operativa del 118 (regolarmente registrata) è pervenuta alle ore 10.32; l'ambulanza è partita alle 10.34, dopo la chiusura della comunicazione, ed ha raggiunto l'abitazione alle ore 10.42, quindi dopo otto minuti. Dopo le prime valutazioni mediche la signora è stata condotta al pronto soccorso del vicino ospedale di Conversano dove è giunta alle ore 11.19. Alle 11.31 aveva già iniziato la Tac, completata alle 11.42, assistita da medico radiologico, tecnico e rianimatore. Il referto rappresentava una condizione assolutamente critica (mi limito a questa valutazione per elementari criteri di riservatezza)». «Mentre si provvedeva a contattare gli altri ospedali acquisendo la disponibilità degli Ospedali Riuniti di Foggia - continua - venivano effettuate consulenze rianimatorie, Ecg, visita cardiologica ed esami ematochimici. Alle 14.20, constatata l'indisponibilità di posti letto a Bari, veniva disposto il trasporto presso degli Ospedali Riuniti con assistenza a bordo del rianimatore dove arrivava alle 16.10 e veniva constatato il decesso nel frattempo intervenuto».
«Dopo averLe rappresentato l'impegno degli operatori a fronte di un quadro clinico del tutto critico già dal referto della Tac - aggiunge Fitto - capisco che si può porre sempre il dubbio se si poteva fare ancora "altro" per salvare la vita di sua madre, però quell' "altro" è legato all'imponderabile e non alla rete ospedaliera. «Pur comprendendo che le sue parole sono state dettate dal dolore per quanto accaduto - conclude - non le sfuggirà che una più accorta analisi dei tempi e soprattutto della documentazione le avrebbero dovuto consigliare maggiore cautela anche per rispetto del lavoro di tante persone che ogni giorno svolgono il loro gravoso compito con correttezza, onestà, professionalità e in perfetta sintonia con il giuramento cui lei ha fatto riferimento».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca

 
F-104, la  storia di un mitoper tre generazioni di piloti

F-104, la storia di un mito
per tre generazioni di piloti