Martedì 11 Dicembre 2018 | 20:48

GDM.TV

i più visti della sezione

Gli interventi 2004 dell'Autorità per la protezione dei dati personali

ROMA - Credito al consumo, nuovi elenchi telefonici, riservatezza nelle strutture sanitarie, ricette anonime, videofonini, voti scolastici, propaganda elettorale, spamming, videosorveglianza: anche nel 2004 gli interventi dell'Autorità per la protezione dei dati personali hanno interessato milioni di cittadini.
L'Autorità si è impegnata in particolare nella tutela di chi naviga in Internet e nella conservazione di dati di traffico telefonico e telematico. Su quest'ultimo fronte, in particolare, va ricordato l'intervento contro l'ipotesi di conservazione dei dati di traffico su Internet che ha contribuito all'eliminazione della norma. Sempre in tema di nuove tecnologie, il Garante ha appena avviato, all'inizio del 2005, una consultazione pubblica su argomenti come le carte di fidelizzazione, la tv interattiva e le 'etichette intelligentì, cioè i sistemi di identificazione a radiofrequenza o Rfid. Quanto al trattamento dei dati genetici, una volta acquisito il parere del ministro della Salute, il Garante sta per varare un'autorizzazione generale.
L'AZIONE DEL GARANTE - L'impegno del Garante è stato rivolto alla individuazione di effettive garanzie di tutela in ambiti particolarmente delicati, legati ai rischi delle nuove tecnologie a fini di sicurezza; all'uso potenzialmente discriminatorio dei dati personali, anche di quelli più sensibili; le rilevazioni biometriche a fini di identificazione su carte di identità elettroniche e passaporti (impronte digitali, iride, riconoscimento facciale); le nuove tecnologie applicate alle tlc e comunicazioni elettroniche ('etichette intelligentì, la localizzazione e la tracciabilità delle persone); l'inserimento di microchip, anche nel corpo umano; le improprie forme di 'schedaturè degli utenti; la tutela dei consumatori nei confronti della costruzione di 'profilì a scopi commerciali; le e-mail spazzatura, cioè lo spamming (sono stati bloccati i data-base di oltre 20 società operanti sul web).
Grande attenzione per il bilanciamento tra il diritto di cronaca e il diritto alla riservatezza, con l'elaborazione di un documento di chiarificazione inviato al Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti e con pronunce sulla dignità delle persone coinvolte in fatti di cronaca, specie se minori. Particolare attenzione anche al mondo produttivo, con un intensa attività di semplificazione degli adempimenti richiesti dalla legge.
GLI INTERVENTI PIU' RILEVANTI - Questi i settori interessati: - pubblica amministrazione (grandi banche dati, carta di identità elettronica, bilanciamento diritto alla riservatezza e diritto di accesso); - società della sorveglianza (telecamere, raccolta ed uso impronte digitali, web cam, etichette intelligenti Rfid, controllo a distanza dei lavoratori); - giornalismo e informazione (cronache giudiziarie, protezione dei minori, foto segnaletiche, privacy dei personaggi pubblici); - Internet (Spamming, furto di identità, consulenze on line, pubblicazione di fotografie sul web, test genetici on line); - telecomunicazioni (nuovi elenchi telefonici, videofonini, intercettazioni, conservazione dati di traffico, Sms, Mms, localizzazione dei cellulari, bollette 'in chiarò, attivazione di servizi non richiesti, schede intestate ad insaputa degli interessati); - direct marketing (informativa e consenso, 'profilazionè dei clienti, telefonate e fax indesiderati); - sanità (distanze di cortesia, ricette anonime, dati genetici, banche dati del Dna, banche dati a fini di controllo della spesa pubblica, garanzie per gli assistiti, procreazione assistita); - rapporto di lavoro (dati sanitari in busta chiusa, accesso al fascicolo personale, annunci di lavoro, gestione curricula, questionari di valutazione); - attività giudiziarie e di polizia (processo civile on line, acquisizione dati per via telematica da parte delle autorità di pubblica sicurezza, informatica giuridica); - associazioni e movimenti politici (decalogo sull'uso di dati per propaganda elettorale); - ordini professionali (semplificazioni per avvocati e notai); - vita sociale (liste elettorali, censimento linguistico, primarie in Toscana, elenchi dei contribuenti ad alto reddito, scrutini e voti scolastici); - sistema impresa (trasferimento di dati all'estero, misure di sicurezza); - sistema bancario e assicurativo (credito al consumo, e-banking, tutela degli eredi, anagrafe assegni bancari e postali).
I CODICI DEONTOLOGICI - Nel 2004 il Garante ha varato due codici di deontologia e buona condotta, sulla ricerca statistica privata e sul credito al consumo, e ha avviato i lavori con le categorie interessate per la predisposizione dei codici relativi a Internet, rapporti di lavoro, videosorveglianza, direct marketing.
L'IMPEGNO INTERNAZIONALE - Sul fronte internazionale, in linea con il riconoscimento della protezione dei dati quale diritto fondamentale autonomo, sancito nel Trattato che adotta una Costituzione per l'Europa, il Garante ha fatto fronte alle esigenze di cooperazione giudiziaria e alla definizione di garanzie per la gestione della grandi sistemi informativi europei (Schengen, Europol, Sistema informativo doganale) e per lo scambio transfrontaliero dei dati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera