Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 12:30

GDM.TV

Pace in Medioriente - I punti cardine dell'accordo

ROMA - Il presidente palestinese Abu Mazen e il premier israeliano Ariel Sharon si sono impegnati verbalmente oggi, al termine del vertice di Sharm El Sheikh, a porre fine a quattro anni di violenze nella regione. Ecco, in breve, le dichiarazioni e gli altri i punti-chiave del vertice:
FINE DI 4 ANNI DI VIOLENZE - «Abbiamo concordato con il primo ministro di Israele di porre fine a tutti gli atti di violenza contro gli israeliani e contro i palestinesi, quali che siano» ha dichiarato Abu Mazen, e poco dopo Ariel Sharon ha indicato che anche Israele «fermerà ogni operazione militare contro i palestinesi ovunque».
LIBERAZIONE DI DETENUTI PALESTINESI - Sharon ha annunciato che Israele libererà centinaia di detenuti palestinesi, ma non ha fornito ulteriori dettagli. Anzi, ha rilevato che ciò avverrà solo se sul terreno resterà una situazione di calma e se i palestinesi rispetteranno gli impegni assunti.
EGITTO E GIORDANIA RIMANDANO IN ISRAELE I LORO AMBASCIATORI - La decisione è stata annunciata al termine del vertice di Sharm. I due paesi arabi avevano richiamato i propri diplomatici durante i momenti più duri dell'Intifada.
RITIRO DI ISRAELE DALLE CITTA' CISGIORDANE OCCUPATE - Sharon ha anche indicato che Israele ha «accettato di trasferire la responsabilità di settori palestinesi» all'Anp. Entro tempi brevi, presumibilmente tre settimane, alcune città saranno riconsegnate alle forze di sicurezza palestinesi e l'esercito israeliano si ritirerà.
ABU MAZEN INVITATO NEL RANCHI DI SHARON - Il premier israeliano Ariel Sharon ha invitato il presidente palestinese Abu Mazen nel proprio ranch personale, la fattoria dei Sicomori, nel Neghev settentrionale. «La aspetto presto» ha detto Sharon al dirigente palestinese. Sharon si è anche impegnato a fare visita al presidente palestinese a Ramallah.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi Il sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights