Venerdì 14 Dicembre 2018 | 10:31

GDM.TV

Le ragioni di Forleo

BRESCIA - Il Gip di Brescia è in totale contrasto con il suo collega di Milano Clementina Forleo in tema di terrorismo internazionale.
Il Gip Roberto Spanò, nel disporre la custodia cautelare per terrorismo nei confronti dei tunisini Nourredine Drissi e Kamel Hamraoui, prende in esame le valutazioni del Gup milanese Forleo, che aveva invece revocato la misura per quel reato, e afferma che «questa Autorità Giudiziaria intende discostarsi in modo radicale da tale ragionamento che, a proprio giudizio, appare frutto di erronea applicazione di norme, nonché di una valutazione bidimensionale delle carte processuali e, più in generale, del fenomeno terroristico nel suo complesso».
Esaminando i punti affrontati dal giudice milanese, il Gip bresciano spiega che «in primo luogo è lo stesso Gup a dare atto nella propria decisione che la convenzione globale Onu del 1999, che avrebbe introdotto l'esimente del "fatto di guerriglia", è stata meramente "progettata" e non "deliberata"».
Per Spanò, quindi, «non si vede pertanto come possa parlarsi con riferimento ad essa di "diritto internazionale vigente", ove si tenga conto che la mancata approvazione della normativa dipende proprio dal dissenso manifestato dagli stati membri sui suoi contenuti».

«Azioni violente condotte anche con il ricorso a "kamikaze" da portatori di ideologie estremiste islamiche nei confronti di unità militari attualmente impiegate in Asia (tra cui un contingente italiano) non possono qualificarsi come atti di legittima e giustificata "guerriglia", ma vanno senz'altro definiti ad ogni effetto come atti di "terrorismo"». E' quanto scrive il Gip bresciano Roberto Spanò nella sua ordinanza, in contrasto con la decisione della settimana scorsa del Gup milanese Clementina Forleo.

Il ragionamento del Gup Clementina Forleo, secondo il gip di Brescia Roberto Spanò, «appare per certi versi confuso, in quanto esso ha escluso la natura terroristica di Ansar Al Islam, pur ammettendo che l'organizzazione graviti "in aree notoriamente contraddistinte da propensioni al terrorismo", e nonostante essa contempli tra i propri membri terroristici individui che si prefiggono obiettivi terroristici» («obiettivi terroristici probabilmente o verosimilmente propri solo di alcuni suoi membri»).
«Appare allora difficile, sul piano logico - argomenta Spanò - concepire come all'interno di una medesima organizzazione, avente unitaria matrice ideologica estremistica violenta, gli adepti possano praticare la rappresaglia in forma collettiva, mentre il terrorismo venga esercitato dagli stessi soltanto in forma individuale».
Secondo il giudice bresciano, «l'esame del fenomeno terroristico islamico non è circoscrivibile nell'ottica angusta degli scenari bellici attualmente esistenti in Asia, ma va valutato in un'ottica assai più complessa, quale espressione di un movimento di ben più ampie dimensioni che rivendica una "legittimazione" antagonistica rispetto ai modelli culturali occidentali, ritenuti a propria volta strumenti di aggressione tali da giustificare in via permanente uno stato di "guerra"».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO