Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 06:49

GDM.TV

i più visti della sezione

Marche, prima giornata senza nevicate dopo una settimana

ANCONA - Una notte di vera e propria odissea sui treni - con 1.500 passeggeri bloccati dalla neve e costretti a raggiungere Roma e Ancona via Bologna o Firenze - ha lasciato il posto nelle Marche alla prima giornata senza precipitazioni nevose dopo una settimana. Una boccata d'ossigeno per abitanti e soccorritori, anche se il pericolo slavine resta altissimo, e alcune frazioni di montagna sono state raggiunte solo oggi.
L'autostrada A14 è stata completamente riaperta al traffico stamani, così come, dalle 16.00, la statale 76 Val d'Esino, chiusa per due slavine da ieri pomeriggio. Ma se la viabilità migliora grazie al lavoro di centinaia di vigili del fuoco, operai e mezzi di Province e Comuni e volontari, è sul fronte dei collegamenti ferroviari che si sono registrati i problemi maggiori, e le proteste da parte dei passeggeri. In particolare di quelli fatti scendere all' una di notte nella stazioncina di Falconara marittima - con la sala d' aspetto chiusa - per salire su un altro convoglio in arrivo da Ancona, che però è arrivato con un' ora di ritardo a causa di guasti elettrici.
Trenitalia replica di aver fatto il possibile per ridurre i disagi (distribuendo mille cestini caldi e panini), mentre i volontari della Protezione civile, della Cri e dell'Anpas hanno fatto miracoli, ma alla fine c'è stato chi, come il sindaco di Fabriano Roberto Sorci, alle 2 di notte ha preso un bimbo affetto da handicap e la madre, li ha tirati giù da un treno in sosta e li ha accompagnati, a spese sue, in albergo.
Proprio lui, un sindaco della Margherita alla guida di una città con 30 mila abitanti e due metri di neve, è stato il protagonista politico della giornata, con il suo invito ai sindaci del sud «a rimboccarsi le maniche e lamentarsi di meno. E poi mettersi a discutere di ritardi e carenze, se ci sono stati».
E' stato il "sistema-Marche", rodato con il terremoto del 1997, che vede i quattro Centri operativi provinciali, i Com istituiti a Fabriano e Jesi e soprattutto la Sala unificata regionale di Protezione civile, ad aver fatto sì che la regione abbia reagito con il massimo di efficienza possibile - considerate le condizioni meteo - e in modo sinergico a precipitazioni senza precedenti. Se non forse il 'nevonè del 1929, quello che ricordano bene i vecchietti evacuati ieri dalle frazioni di Vallestretta di Ussita, Villa Bentivoglio di Bolognola (66 persone in tutto) e ospitati in alberghi o presso altre famiglie perchè due slavine minacciano di abbattersi sulle loro case, così come a Rubbianello di Montefortino, la terza frazione dei Sibillini fatta sgomberare. La neve invece non fa evidentemente paura ai nove abitanti della frazione di Foce di Montemonaco, isolati dal 26 gennaio da una slavina ma decisi a restare nelle loro case, e raggiunti finalmente oggi da un elicottero del Corpo forestale dello Stato.
Per mettere fine alla reclusione forzata di chi vive nei casolari sparsi del pesarese, dell' arceviese e del circondario di Fabriano, turbine e spazzaneve continuano a lavorare a pieno ritmo e al momento tutte le frazioni possono dirsi raggiunte. Una mano la daranno anche i militari del decimo Reggimento genio della Brigata Ariete, arrivati oggi.
Intanto, mentre anche domani molte scuole resteranno chiuse, per venire incontro alle difficoltà della popolazione il presidente della giunta, D' Ambrosio, ha prorogato i termini per pagare il bollo auto, dal 31 gennaio al 10 febbraio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo