Domenica 16 Dicembre 2018 | 04:02

GDM.TV

In cerca di un progetto

ROMA - «Il lavoratore a tempo determinato è una metafora del nostro Paese. l'Italia dei lavoratori a progetto è, paradossalmente, un Paese senza un progetto, incagliato nel quotidiano». Così, nel Rapporto 2005, il presidente dell'Eurispes Gian Maria Fara descrive l'Italia di quest'anno, «un Paese confuso e abulico, che tentenna sulla strada da intraprendere», ma a cui «non difettano né l'intelligenza, né le risorse, né la forza per uscire da questa situazione di stallo: ciò che occorre è una forte assunzione di responsabilità della nostra classe dirigente».
A giudizio dell'Eurispes, infatti, «è ormai evidente che manca una meta verso la quale dirigersi, manca una prospettiva unificante, manca insomma un progetto nel quale la società e l'economia possano sentirsi coinvolti, partecipi». Infatti, e «da qualsiasi parte la si osservi, la realtà italiana esprime un senso di incompiutezza, l'assenza di una qualsiasi razionalità e intenzionalità, il bisogno di una idea di futuro e di una progettualità d'insieme condivisa quantomeno nelle linee essenziali». Non solo, «proprio la mancanza di un progetto complessivo e di lungo respiro riduce l'azione politica e di governo a un coacervo di misure contrastanti e contraddittorie ispirate alla improvvisazione e alla contingenza, che assorbono e dilapidano energie che andrebbero diversamente orientate». E «alla sostanziale inadeguatezza, in termini di progettualità, della classe di governo corrispondono, purtroppo, l'incapacità e la frammentazione di una opposizione che non riesce a superare le ambizioni personali dei suoi tanti, forse troppi, leader e che spreca le proprie energie in beghe di piccolo cabotaggio piuttosto che tentare di elaborare un credibile programma alternativo di governo da offrire agli italiani».
Quello che ci vuole, allora, è «la capacità di fare sistema e di valorizzare le nostre peculiarità storiche e culturali e di riscoprire i vantaggi dello stare insieme proprio mentre tutto sembra congiurare in favore della divisione e della frammentazione». Si tratta, insomma, «di mettere a punto un progetto, una missione da affidare al Paese per i prossimi anni e sui quali chiamare a raccolta le intelligenze e le energie migliori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini