Lunedì 18 Gennaio 2021 | 05:27

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
FoggiaIl caso
Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

 
LecceL'incidente
Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

 
BariL'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

La regione più dinamica è il Lazio

ROMA - Il Lazio ha il più alto livello di dinamismo economico; il Nord-Ovest arranca; il Trentino registra il miglior livello di crescita nel 2004; Emilia Romagna e Lombardia svettano sempre fra le prime: è la graduatoria messa a punto da Euripses che ha costruito un nuovo indicatore denominato ISER, Indice di Sviluppo Economico Regionale.
L'Istituto, infatti, ha valutato il grado di dinamicità economica regionale, partendo dall'analisi dei dati consolidati nel periodo 1997-2002 ed elaborati tenendo conto delle tendenze macroeconomiche e produttive rilevate dall'Eurispes sul territorio nazionale nel periodo gennaio 2003-settembre 2004.
«I processi di deindustrializzazione del Nord-Ovest, la perdita di centralità di numerose aree economiche e produttive, il non aver saputo intercettare le opportunità offerte dai settori della new economy - ha spiegato il presidente dell'Eurispes, prof. Gian Maria Fara - hanno accelerato i processi di disgregazione sociale e di perdita di ruolo e di identità di quelle regioni che avevano dato un impulso decisivo alla crescita dell'economia industriale».
Fara ha spiegato il successo del modello laziale con la capacità di quella regione «di attivare risorse pubbliche in una prospettiva strategica, ottenendo un effetto moltiplicatore degli investimenti pubblici e privati, che produce nuova ricchezza per il sistema imprenditoriale e incentiva nuova occupazione difficilmente incrementabile con gli strumenti e le attività tradizionali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400