Domenica 24 Gennaio 2021 | 23:39

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Foggiala tragedia
San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: due le persone morte

San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: il bilancio è di due morti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
MateraIl mistero
Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
Baricontagi coronavirus
Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 

i più letti

Affari d'oro per i giochi d'azzardo

ROMA - Febbre da scommessa per gli italiani. Sono circa trenta milioni i connazionali, ossia i due terzi dei maggiorenni, che tentano la fortuna in giochi e scommesse. E, «a fronte della contrazione dei consumi familiari negli ultimi anni», aumentano sempre più gli incassi legati ai diversi giochi d'azzardo, che nel 2004 hanno registrato un vero e proprio boom, passando dai 14,3 miliardi di euro nel 2000 ai 23,1 miliardi dell'anno scorso (con un salto di circa il +38% rispetto ai 16,6 miliardi del 2003). A dirlo è l'Eurispes nel «Rapporto Italia 2005», sulla base di una elaborazione su dati dei Monopoli di Stato. Il gioco d'azzardo, aggiunge, interessa dall'1 al 3% della popolazione adulta italiana.
In generale, gli italiani sembrano amare praticamente tutti i tipi di gioco. Una forte crescita si è registrata per il Lotto, con incassi stimati intorno ai 10,5 miliardi (+42% rispetto al 2000) mentre SuperEnalotto (1,8 miliardi) e Totip hanno registrato lievi flessioni. Positivi gli incassi anche di ippica (2,3 miliardi) e scommesse sportive (1,3 miliardi).
L'Italia, alla fine del 2004, si è così collocata al terzo posto fra i paesi che giocano di più, preceduta solo da Giappone e Regno Unito, superando addirittura il Costa Rica, storicamente uno dei regni del gioco, e gli Usa (nel 2003 era al sesto posto). Il mercato italiano rappresenta il 9% di quello mondiale. A giocare sono il 47% degli indigenti, il 56% degli appartenenti al ceto medio-basso, il 66% dei disoccupati.
Gli oltre 23 miliardi spesi dagli italiani nei vari tipi di giochi d'azzardo, sottolinea l'Eurispes, corrispondono a poco meno del 2% del Pil nazionale. La spesa media pro capite per giochi e scommesse ammonta a 405 euro. Ammonta invece a 5 miliardi il volume di affari mosso dal gioco clandestino.

LOTTO E SUPERENALOTTO. Il 60% del volume di gioco legale italiano è raccolto da Lotto (che ha 8-10 milioni di giocatori abituali) e da SuperEnalotto. Il popolo degli scommettitori è rappresentato per circa il 42% da donne e il 58% da uomini (ma nel Lotto le donne sarebbero circa il 55%).

LOTTERIE. Per la Lotteria Italia negli ultimi anni vi è un costante calo di biglietti venduti. Il record di vendite risale al 1988-89 con 37.409.034 biglietti venduti; nel 2003-04 sono stati 17.100.000. La flessione è costante dal 2000-01.

BINGO. Gli incassi sono stati pari a 1,6 miliardi. Più del 60% delle sale italiane sono in crisi, sottolinea l'Eurispes, il 5% è già fallito e solo il 20% circa registra utili. Diciotto sono state chiuse, la maggioranza al nord. Si registra un successo solo in Lombardia (con un aumento degli incassi da maggio 2003 del 60%) e in Sicilia.

CASINO'. In Italia sono 4 (in Europa sono 700). Nel periodo gennaio-aprile 2004 gli incassi sono aumentati, rispetto al 2003, a Sanremo (+9,3%) e a Venezia (+3,1%), mentre sono scesi a Campione (-7,3%) e Saint Vincent (-1,5%). Il 50% dei proventi arriva dalle slot-machine, il 20% dalla roulette.

IL GIOCO ON LINE. Moltissimi i siti che consentono di giocare ai videopoker, che dal maggio 2004 sono vietati in Italia: si stima, secondo l'Eurispes, che siano stati circa 590.000 i giocatori italiani su Internet nel 2003 e che abbiano puntato complessivamente circa un miliardo di euro.

IDENTIKIT GIOCATORE PATOLOGICO. I tentativi di suicidio tra i giocatori d'azzardo patologici sono 4 volte superiori alla media. L'identikit descrive spesso una personalità narcisista, dipendente, impulsiva, con bassa autostima, nonostante le apparenze. Soltanto un giocatore patologico su 20 chiede aiuto, e lo fa solo quando ha ormai toccato il fondo.

MERCATO NERO. Si stimano circa 2.000 centri di scommesse illegali nel 2003; circa un miliardo è giocato nelle corse clandestine dei cavalli e 775 milioni puntati nei combattimenti mortali tra i cani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400