Lunedì 08 Marzo 2021 | 05:05

Il Biancorosso

Serie c
Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Il virus
Covid, il monito della virologa: «Vaccinati? Potrebbero contagiarsi. 2 casi su 3 da variante inglese»

Covid, il monito della virologa: «Vaccinati? Potrebbero contagiarsi. 2 casi su 3 da variante inglese»

 
FoggiaIl caso
Covid 19 a Foggia, in 9 sorpresi a giocare a carte: multati

Covid 19 a Foggia, in 9 sorpresi a giocare a carte: multati

 
LecceLa nomina
Musica, 5 vincitori e menzione speciale per il premio delle Arti a Lecce

Musica, 5 vincitori e menzione speciale per il premio delle Arti a Lecce

 
BatIl caso
Trani, la discarica si trasforma in impianto

Trani, la discarica si trasforma in impianto

 
MateraIl caso
Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

 
TarantoQuote rosa
Taranto, assunzioni col trucco: in 18 sotto processo

Taranto, assunzioni col trucco: in 18 sotto processo

 
PotenzaIl caso
Maratea, scoppia zuffa fra sindaco e assessore: entrambi in ospedale

Maratea, scoppia zuffa fra sindaco e assessore: entrambi in ospedale

 
BrindisiLa cerimonia
L’abbraccio Puglia-Albania: «A Brindisi una medaglia per l’accoglienza»

L’abbraccio Puglia-Albania: «A Brindisi una medaglia per l’accoglienza»

 

i più letti

Tre processi, trenta milioni di danni

BARI - Lo scandalo legato alla passata gestione della Ausl «Taranto uno», i lavori di dragaggio nel porto di Bari e l'affidamento del servizio di farmacia della Ausl «Bari due» di Barletta. Sono le tre principali inchieste per le quali la Procura della Repubblica presso la Corte dei conti ha fatto notificare citazioni in giudizio a pubblici amministratori nel corso del 2004 lamentando un danno erariale di circa 30 milioni di euro.
Il dato emerge dalla relazione che il procuratore regionale della Corte dei conti per la Puglia, Francesco Lorusso, ha tenuto oggi all'inaugurazione dell'anno giudiziario. Nel 2004 - ha detto Lorusso - sono stati aperti 1.136 nuovi fascicoli istruttori, notificati 299 inviti a dedurre e, tra l'altro, 89 atti di citazione. Sono stati invece archiviati 713 procedimenti dopo «articolate e complesse indagini istruttorie», a questi vanno aggiunti altri 1.266 atti di archiviazione immediata.
Dalla relazione emerge che è stimato in 11.000.000 di euro il danno erariale che scaturisce dall'affidamento «irregolare» da parte della Ausl 1 di Taranto ad una società privata (in "assenza di qualsiasi verifica") dell' appalto per le prestazioni ("inesistenti o sovrafatturate") di raccolta, stoccaggio e custodia di materiale cartaceo degli archivi delle ex Usl del tarantino. E' di 7.304.000 l'ammontare dei danni stimati per l'«irregolare» computo e pagamento alla ditta appaltatrice dei lavori di dragaggio nel porto di Bari. «Indebito» viene invece definito l'affidamento esterno presso la Ausl Bari due di Barletta del servizio di farmacia integrata per il quale sarebbe stato prodotto un danno erariale di 4.195.000.
Da segnalare, inoltre, l'indagine a carico di alcuni funzionari dell'Agenzia delle Entrate che hanno consentito ad alcune persone di eludere l'imposta di Registo per 392.000 euro con l'irregolare dichiarazione di congruità del valore di alcuni immobili. Di 247.000 euro è invece il danno presunto che nasce dalla controversia tra il Comune di Sant'Agata di Puglia (Foggia) e la ditta appaltatrice del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, controversia sfociata in un lodo arbitrale.
Sotto la lente dei magistrati contabili sono finiti anche gli «illegittimi affidamenti all'esterno» da parte del Policlinico di Bari di varie consulenze che hanno comportato un costo di 245.000 euro, così come la nomina di un professionista esterno da parte del Comune di Foggia per svolgere l' incarico di comandante dei vigili urbani facente funzioni (danno stimato di oltre 163.000 euro). Poi ci sono cinque anni di compensi per lavoro straordinario e indennità di reperibilità (dal 1997 al 2001) che ha Regione ha pagato ad alcuni dipendenti amministrativi, in servizio al Policlinico, che sono risultati - secondo l'accusa - «in notevole eccedenza rispetto ai limiti stabiliti dalla contrattazione aziendale» e che hanno prodotto un danno presunto di oltre 146.000 euro.
Infine, tra le altre indagini in corso già concluse vi è quella relativa ad un contratto di consulenza pluriennale conferita dal Comune di Bari a un esperto di manifestazioni di cultura, spettacolo e cinematografia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400