Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 22:14

GDM.TV

Un giorno bloccati. E in serata tutti in albergo

POTENZA - Una nevicata forte, e l'autostrada all'improvviso si blocca, intrappolando al freddo per un giorno intero centinaia di automobilisti. E' questo quello che è successo oggi sul tratto lucano della A3 Salerno-Reggio Calabria, fra i caselli di Sibari (Cosenza) e di Sicignano degli Alburni (Salerno).
La neve ha cominciato a cadere ieri sera sugli Appennini fra Campania, Basilicata e Calabria. NE è venuta giù molta, tanto che alle quattro del mattino a Potenza gli spazzaneve erano già in azione. All'alba, una ventina di sindaci della provincia lucana (compreso quello del capoluogo) hanno deciso di tenere a casa gli studenti.
Nel potentino tuttavia, l' intensa nevicata non ha creato grossi problemi. La zona è montuosa, e la gente è abituata. Le strade principali sono state ripulite, gli automobilisti hanno messo le catene, e gli unici inconvenienti sono stati i blackout dovuti ai tralicci crollati per la neve. Una trentina di comuni del potentino si sono ritrovati senza corrente per qualche ora, prima che l' Enel ripristinasse l' erogazione.
Il problema vero si è creato sulla Salerno-Reggio Calabria, intorno a Lagonegro (Potenza). Una grande via di comunicazione fra due regioni dal clima mite, dove non tutti i conducenti (specialmente i camionisti) pensano a tenere le catene in macchina d' inverno. Per di più, l' arteria in molti tratti non ha corsia d' emergenza, ed è costantemente strozzata da cantieri.
Gia alle otto del mattino, l' A3 era bloccata fra Lagonegro e Lauria Nord (Potenza), nei due sensi. «Sono stati soprattutto i tir a creare il problema - racconta un agente della stradale -. Senza catene, si giravano sul nevischio e bloccavano la carreggiata. Il traffico si fermava finchè non arrivavano i pompieri o l' Anas a spostare il mezzo pesante. La circolazione riprendeva a trenta all' ora fino al tir sbandato successivo». E intanto nevicava, nevicava, nevicava...
«Alle dieci del mattino eravamo a Campotenese incolonnati dietro uno spazzaneve - racconta Carlo Fuda, che da stamani è bloccato sull' autostrada -. All' improvviso lo spazzaneve è sparito e noi ci siamo fermati. Siamo rimasti lì per quattro ore. Se ci avessero avvertiti in qualche modo che l' autostrada era bloccata, saremmo usciti. Nessuno è venuto a soccorrerci, a portarci qualcosa. Faceva un freddo cane. Accendevamo i motori per scaldarci e li spegnevamo per paura di finire il carburante».
Alle 14 Fuda e gli altri sono ripartiti a passo d' uomo dietro a uno spazzaneve, fino a che questo alle 16 è scomparso di nuovo. Da allora, non si sono più mossi. Nel pomeriggio, si sono fatti vivi i volontari della Protezione civile, mandati lì dalla prefettura di Potenza. «Ci hanno portato un sacchetto con brioche e cioccolata calda» racconta in altro automobilista.
«Per fortuna non ci sono stati malori - spiegano al centralino del 118 Basilicata - ma siamo stati tempestati di telefonate di persone spaventate, che avevano a bordo bambini e anziani». Alla sera, con la neve che continuava a scendere e l' A3 sempre impraticabile, la prefettura ha deciso di portare tutti gli automobilisti in un albergo di Lagonegro. La gente è stata caricata sulle auto della polstrada e su due pullman. «Ma perché chiudono sempre l' A3 quando si è già bloccata, e non prima che si blocchi?» si domandava stasera sconsolato un funzionario prefettizio. La risposta, la vorrebbero anche molti automobilisti infreddoliti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive