Lunedì 17 Dicembre 2018 | 08:46

GDM.TV

SCHEDA - Costituzione Ue, i punti principali

ROMA - Il nuovo trattato costituzionale, approvato al Consiglio Europeo dello scorso 18 giugno, e al quale la Camera ha detto sì questa sera, sostituirà tutti i trattati precedenti. Questo, naturalmente, se sarà ratificato da tutti e 25 i membri dell'Ue. Questi i punti principali.

Il PREAMBOLO SUI VALORI. Nel testo si legge che la Costituzione si ispira «alle eredità culturali, religiose e umanistiche dell'Europa, da cui si sono sviluppati i valori universali dei diritti inviolabili e inalienabili della persona, della libertà, della democrazia, dell'uguaglianza, dello stato di diritto». Nessun riferimento dunque alle radici cristiane, una omissione che fa discutere prima e dopo l'approvazione della Carta.

IL PARLAMENTO EUROPEO. Avrà un tetto di 750 eurodeputati, a prescindere dai futuri allargamenti (il numero attuale è di 732). I suoi poteri sono aumentati: la codecisione viene ora estesa al 95% delle leggi adottate dal Consiglio su proposta della Commissione.

PRESIDENZA STABILE DELL'UE. Finisce il principio della rotazione semestrale delle presidenza dell'Unione Europea. Si introduce un presidente stabile per due anni e mezzo, eletto a maggioranza qualifica. Restano però le rotazioni nei consigli settoriali (ad eccezione di quello dei ministri degli Esteri), all'interno di una troika di tre paesi.

LA COMMISSIONE EUROPEA. Il numero di commissari resterà uno per paese. Dopo il 2014 solo due terzi degli stati avrà un commissario, dunque 17 nel caso di un'Ue a 25. L'esecutivo viene rafforzato in vari ambiti, ad esempio nella procedura d'infrazione per deficit eccessivo.

LA DOPPIA MAGGIORANZA. Per le votazioni a maggioranza qualificata in seno al Consiglio, la Costituzione prevede due criteri: il 55% dei paesi che rappresentino almeno il 65% della popolazione dell'Ue. Perchè una minoranza possa bloccare una decisione, però, non le basta superare il 35% della popolazione, ma deve contare almeno quattro paesi.

IL MINISTRO DEGLI ESTERI DELL'UE. La Costituzione introduce la figura del «ministro degli Esteri», che avrà un «doppio cappello»: sarà infatti anche vicepresidente della Commissione europea. Non avrà tuttavia ampi margini di manovra, in quanto in politica estera viene mantenuto il criterio dell'unanimità.

LA CARTA DEI DIRITTI. Viene inserita nella Costituzione e diviene vincolante, sarà anche di riferimento per la Corte europea di giustizia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia