Giovedì 13 Dicembre 2018 | 06:47

GDM.TV

I volti impietriti dei familiari di Alenja

MILANO - Volti impietriti, occhi lucidi ma nessun commento. Sono usciti così, in silenzio, i genitori e la sorella di Alenja Bortolotto, la studentessa uccisa nel luglio 2002 dal fidanzato Ruggero Jucker, dall'aula della prima corte d'assise d'appello di Milano dopo la lettura della sentenza con la quale i giudici, accogliendo il patteggiamento in appello, hanno condannato l'imprenditore a 16 anni di reclusione.
I familiari di Alenja, nonostante le insistenze dei giornalisti e sotto l'occhio delle telecamere lungo i corridoi di palazzo di Giustizia, non hanno detto una sola parola.
«E' evidente - ha spiegato il loro legale, avv. Vinicio Nardo - che la famiglia confidava in una pena adeguata, anche se non ha fatto commenti in aula e ha mantenuto un atteggiamento composto. Quali possono essere i sentimenti dei genitori e della sorella di Alenja - ha aggiunto rivolgendosi ai giornalisti - li potete immaginare».
Il legale ha inoltre spiegato che, riguardo al risarcimento del danno, è stata confermata la cifra precedentemente versata (un milione e 280 mila euro).
«Contro la sentenza di condanna di 16 anni - ha proseguito l'avv. Nardo - non possiamo ricorrere. E non sappiamo se faremo ricorso per ottenere il risarcimento che avevamo chiesto. Onestamente, la questione importante era quella della pena. La parte economica invece non è importante perché non ci ridà Alenja».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive