Lunedì 18 Gennaio 2021 | 11:29

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaDemografia
Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

 
BariIl caso
Bari, trova a terra portafoglio con 500 euro e lo consegna alla polizia: restituito

Bari, trova a terra portafoglio con 500 euro e lo consegna alla polizia: restituito

 
FoggiaLieto evento
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: parto record al Policlinico Riuniti

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: parto record al Policlinico Riuniti

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

L'aumento causato da sigarette e trasporti

ROMA - La lieve accelerazione dell'inflazione a dicembre è stata determinata soprattutto dai rincari di tabacchi e trasporti. Segno meno, invece, per le comunicazioni, la ricreazione e i pubblici esercizi.
Il capitolo bevande alcoliche e tabacchi ha segnato un aumento, rispetto a novembre, del 4,6%, e un rialzo annuo del 10,7%. La maggiore incidenza spetta proprio ai tabacchi, cresciuti in un mese del 6,3% e in un anno del 13,9%: in particolare, spiegano i tecnici dell'Istat, le sigarette italiane sono rincarate dal 7,2% su base congiunturale e del 17% su base tendenziale, mentre quelle estere hanno fatto segnare aumenti rispettivamente del 6,1% e del 13,1%. Quanto ai trasporti (+0,8% su mese e +5,1% su anno l'intero capitolo), si registra la galoppata dei prezzi dei trasporti aerei: +18,3% rispetto a novembre e +33,7% rispetto a dicembre 2003. Questi rialzi, tuttavia, sono stati in parte controbilanciati dai ribassi della benzina (-1,8% la verde, che però rispetto all'anno scorso costa ancora il 10,4% in più), mentre il gasolio ha messo a segno nel mese un ulteriore aumento dell'1%, portando il rincaro annuo al 15,7%. Meglio sono andate le cose per i combustibili liquidi per le abitazioni, in calo dello 0,3% su base congiunturale, ma ancora in rialzo del 14,9% su base annua.
I prodotti alimentari, infine, segnano un lieve ritocco al rialzo (+0,1%) su base mensile, ma un calo dello 0,3% rispetto a dicembre 2003. I tecnici dell'Istat hanno rilevato però che gli ortaggi, dopo molti mesi di raffreddamento dei prezzi, sono aumentati dello 0,8% rispetto a novembre, anche se la variazione su dicembre 2003 è ancora ampiamente negativa (-7,5%). La frutta, invece, scende ancora: -0,5% su mese e -2,3% su anno.
L'Istituto nazionale di statistica fornisce anche i dati scorporati per città: quella in cui, a dicembre, si è registrato l'aumento tendenziale più forte è Reggio Calabria (+2,7%), mentre Ancona si trova al polo opposto (+1,3%). Quanto all'indice Foi (quello relativo alle famiglie di operai e impiegati), a dicembre registra un aumento annuo del 2%, con prezzi in crescita dello 0,2% su novembre. L'indice armonizzato, infine, ha registrato una variazione di +0,4% sul piano congiunturale e di +2,3% in termini tendenziali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400