Lunedì 08 Marzo 2021 | 04:51

Il Biancorosso

Serie c
Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Il virus
Covid, il monito della virologa: «Vaccinati? Potrebbero contagiarsi. 2 casi su 3 da variante inglese»

Covid, il monito della virologa: «Vaccinati? Potrebbero contagiarsi. 2 casi su 3 da variante inglese»

 
FoggiaIl caso
Covid 19 a Foggia, in 9 sorpresi a giocare a carte: multati

Covid 19 a Foggia, in 9 sorpresi a giocare a carte: multati

 
LecceLa nomina
Musica, 5 vincitori e menzione speciale per il premio delle Arti a Lecce

Musica, 5 vincitori e menzione speciale per il premio delle Arti a Lecce

 
BatIl caso
Trani, la discarica si trasforma in impianto

Trani, la discarica si trasforma in impianto

 
MateraIl caso
Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

 
TarantoQuote rosa
Taranto, assunzioni col trucco: in 18 sotto processo

Taranto, assunzioni col trucco: in 18 sotto processo

 
PotenzaIl caso
Maratea, scoppia zuffa fra sindaco e assessore: entrambi in ospedale

Maratea, scoppia zuffa fra sindaco e assessore: entrambi in ospedale

 
BrindisiLa cerimonia
L’abbraccio Puglia-Albania: «A Brindisi una medaglia per l’accoglienza»

L’abbraccio Puglia-Albania: «A Brindisi una medaglia per l’accoglienza»

 

i più letti

Arrestato nel veneziano boss di Secondigliano

NAPOLI - Vincenzo Pernice, di 53 anni, è stato arrestato a Padova dagli agenti del Centro Operativo Dia di Napoli. Pernice, cognato di Pietro Licciardi, boss di Secondigliano e Miano e ritenuto dagli investigatori uno dei capi del cosiddetto 'cartellò denominato «Alleanza di Secondigliano» (che si compone anche di altri due capicamorra, Francesco Mallardo ed Eduardo Contini) era ricercato dal luglio dello scorso anno in base ad una ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Angela saraceno su richiesta del pm della Direzione distrettuale antimafia, Filippo Beatrice. L'ordinanza fu notificata ad altri 96 indagati, tutti ritenuti affiliati alla Alleanza di Secondigliano».

All'arresto di Pernice hanno collaborato con la Dia di Napoli anche gli agenti della Dia di Padova e della Squadra Mobile di Venezia. Pernice è stato trovato a Portogruaro, nel veneziano, in una villetta nella disponibilità di Francesco Peluso, un napoletano di 50 anni, arrestato per favoreggiamento dalla Dia, insieme al figlio Renato, di 23 anni, anch'egli nato a Napoli ma residente a Castelnuovo del Garda.
Per cercare di sfuggire all'arresto Pernice ha esibito agli agenti un falso documento di identità. Alla cattura del latitante la Dia è giunta grazie alle intercettazioni telefoniche e ambientali, ad appostamenti e pedinamenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400