Sabato 15 Dicembre 2018 | 03:38

GDM.TV

Sant'Antonio ad Alberona

Ad Alberona (Fg) la devozione al taumaturgo Sant'Antonio Abate è manifestata con riti sacri e profani. Tra questi ultimi i "Fòche de Sant'Antòne" per dare sfogo, complice la Pro loco, ad un a festa popolare allegra di folklore, danze e manducatorie.
Protagonista della festa, dunque, il fuoco che brucia enormi cataste di legna attorno alle quali, già a partire dalle 18, ci sono spettacoli itineranti di artisti di strada, esposizione di prodotti tipici e distribuzione di materiale informativo, premiazione dei fuochi più meritevoli, degustazione di carne di maiale, di fagioli e cotiche e vino novello sino all'alba.
"Bandiera Arancione" sventola su Alberona nel Sub Appennino Dauno. Il vessillo è l'ambito marchio di qualità concesso ogni anno dal Touring Club a quei piccoli comuni con caratteristiche d'eccellenza: turismo ecologico, quiete, gastronomia tradizionale.
Alberona sul Monte Stilo, 732 metri sul livello del mare, 1.250 abitanti, vanta aria, acqua, verde, poesia e l'energia pulita delle pale eoliche.
Una leggenda racconta d'alcuni calabresi che, arrivati nei territori dove poi fu fondata Alberona, avrebbero trovato riparo nel cavo di un enorme albero. Di qui il nome dato al paese che tra il 1300 e il 1312 fu dominio dei Cavalieri Templari e da questa data sino al 1794 dei Cavalieri di Malta.
Da vedere sono la chiesa Madre o Priorale fatta costruire dal Cavalieri Templari, la chiesa do S.Giuseppe (XVI sec.) con un portale in stile gotico, la chiesa di San Rocco (XVIII sec.) dove è conservata una tela del '700 raffigurante S.Francesco, statue di cartapesta della famiglia Guachi di Lecce, un organo policromo a mantice del XVII secolo. E ancora il Palazzo e Torre del Gran Priore, anche questo costruito nel Medio Evo dai Cavalieri Templari e poi sede di quelli di Malta.
Da visitare anche il Centro Storico passando sotto arco Calabrese (di legno),l'Arco dei Mille. Dal "Muraglione" affacciato sul panorama del Tavoliere della Puglia, se l'aria sarà tersa è probabile si vedano persino le Isole Tremiti. L'Antiquarium Comunale ospita reperti della civiltà contadina (di lavoro e di vita quotidiana), della montagna e della pastorizia.
Altro monumento di rilievo la Fontana Muta del XIX secolo con gli abbeveratoi in pietra.
L'entroterra di Alberona, proprio quello che più ha contribuito al riconoscimento di "Bandiera Arancione", è coperto da querce, faggi, roverelle e cerri. Tanti i boschi estesi su 600 ettari che circondano Alberona percorsi da torrenti e cascatelle dette "Pisciarelli".
Una leggenda racconta d'alcuni calabresi che, arrivati nei territori dove poi fu fondata Alberona, avrebbero trovato riparo nel cavo di un enorme albero. Di qui il nome dato al paese che tra il 1300 e il 1312 fu dominio dei Cavalieri Templari e da questa data sino al 1794 dei Cavalieri di Malta.
Buona la cucina i cui piatti più tipici sono: cicatèddhe e tròcchele p'a scardèddhe, tajinèddhe p'u sanghe dòce e p'i cice, pezzèddhe, frettecèddhe p'i patane e carne a' cciopparèddhe; piatti a base di pasta fatta in casa con verdure, legumi o con sugo di carne.
Si gustano nei ristoranti alcuni dei quali dispongono anche di camere, pizzerie e bracerie di Alberona.
Alberona è facilmente raggiungibile da Bari percorrendo l'autostrada sino a Foggia dalla quale il paese "Bandiera Arancione" dista 42 chilometri e 25 da Lucera.
Informazioni e prenotazioni Assessorato al Turismo tel. 0881/592152-592022- 385/0743291. De Mattheis tel. 330/787732.
Vittorio Stagnani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori