Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 15:00

GDM.TV

In Thailandia dubbi sull'identità di oltre 2.000 morti

BANGKOK - L'origine di oltre 2.000 persone morte a causa del devastante tsunami del 26 dicembre è tuttora incerta: lo ha annunciato oggi il ministero dell'Interno della Thailandia precisando che nuovi esami hanno messo in discussione iniziali controlli visivi.
Tali controlli si sono rivelati inaffidabili per quanto riguarda 1.973 cadaveri, ha detto ancora la fonte del ministero, e dunque ora si nutrono dubbi su almeno 2.184 persone.
Tra le persone uccise dal maremoto, 1.792 sono già riconosciute come thailandesi e 1.329 come straniere, ha aggiunto la fonte, ricordando che ieri il ministero aveva stimato in 211 le vittime delle quali appariva impossibile dire se fossero thailandesi o stranieri.
Un alto responsabile del centro di prevenzione delle catastrofi, struttura che opera in seno al ministero, ha detto all'agenzia France Presse che «il numero è cambiato perché le autorità hanno creato una commissione per identificarle. All'inizio, nella volontà iniziale di lavorare il più rapidamente possibile, sono stati commessi errori nei numeri e nelle origini».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi Il sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights