Venerdì 14 Dicembre 2018 | 06:35

GDM.TV

Due cinesi in orbita e un grande anniversario

storica stretta di mano nello spazio di Alexeij Leonov e Tom Stafford Dopo il successo dell'ottobre 2003, con il primo volo abitato di una capsula Shenzhou, che vide protagonista il "taikanauta" Jang Liweii, la Cina si prepara ora alla sua seconda missione. Una volo più complesso, e più lungo delle 14 orbite percorse attorno alla Terra dal primo astronauta della Repubblica Popolare Cinese.
La navicella spaziale Shenzhou, derivata come caratteristiche principali dalla russa Sojuz, è in grado di ospitare fino a tre astronauti, ed erano già trapelate indiscrezioni relative ai successivi voli abitati delle Shenzhou, che prevedono più di un astronauta a bordo. La conferma è arrivata recentemente da parte dell'organo ufficiale Xinhua News Agency: per il prossimo volo, si stanno allenando due astronauti, è il lancio è (per ora) previsto per l' autunno del 2005. La missione della Shenzhou 6 sarà di lunga durata: da cinque a sette giorni in orbita per un collaudo completo delle funzionalità del veicolo spaziale per operazioni ancor più complesse in futuro.
La Cina si sta dimostrando nel settore spaziale come un paese fortemente autonomo, e le sue imprese ricordano quelle dell'epoca pionieristica dei programmi spaziali di Stati Uniti e Russia ai tempi della gara spaziale. Proprio nel 2005 verrà celebrata la prima, storica missione che invece vide russi e americani assieme in orbita sulle stesse navicelle con le quali si sfidavano nella corsa alla Luna. Roba da routine oggi, ma quasi clamorosa il 17 luglio 1975, quando l'Apollo e la Sojuz si incontrarono a 260 chilometri di quota sopra l'Atlantico e sulla verticale dell'Atlantico per agganciarsi saldamente. I comandanti Alexeij Leonov e Tom Stafford si strinsero la mano (nella foto) in diretta osservati da milioni di telespettatori in tutto il mondo, mentre assieme a Valerij Kubasov, Vance Brand e Donald Slayton proseguirono la loro missione in comune per alcuni giorni.
Quello fu il primo passo, anche se resterà isolato. Poi, dagli anni novanta, dopo la caduta dell'ex Urss, con gli agganci tra Shuttle a Mir iniziò la vera e propria cooperazione che prosegue anche oggi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO