Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 08:22

GDM.TV

i più visti della sezione

L'Europa si ferma per lutto

Domani tutta Europa si ferma per tre minuti. Tre minuti di raccoglimento in ricordo delle vittime del maremoto che ha colpito il Sud Est asiatico. Da Londra a Berlino, da Parigi a Madrid, fino a Roma, bandiere a mezz'asta in tutte le sedi istituzionali e negli uffici e manifestazioni simboliche in ogni Paese. A mezzogiorno verranno osservati tre minuti di silenzio in tutta l'Unione europea, come già avvenuto per gli attentati di Madrid dell'11 marzo 2004. È la prima volta che viene proclamato il lutto nell'intera l'Unione europea, una decisione presa dalla presidenza di turno lussemburghese.
Massiccia l'adesione alla giornata di lutto in Italia. Dalle istituzioni alle forze politiche, dal mondo produttivo ai rappresentanti dei lavoratori, dalle regioni fino alle amministrazioni provinciali e comunali, domani a mezzogiorno il Paese si bloccherà, in silenzio, per tre minuti.
Il Senato esporrà le bandiere a mezz'asta e si fermerà per il raccoglimento alle 12. Una circolare del segretario generale di Palazzo Madama ha invitato tutti i dipendenti a osservare il silenzio per solidarietà alle vittime. Già nei giorni successivi al maremoto, il presidente del Senato, Marcello Pera, aveva deciso di devolvere l'intero incasso del concerto di Natale alle in favore delle popolazioni colpite, consegnando 35mila euro alla Caritas.
Anche alla Camera dei deputati le bandiere saranno esposte a mezz'asta e alle 12 il palazzo si fermerà per tre minuti. Il presidente della Camera, Pier Ferdinando Casini, ha scritto una lettera a tutti i deputati per invitarli a rispettare il raccoglimento, mentre il segretario generale di Montecitorio, Ugo Zampetti, ha inviato una circolare ai dipendenti.

Anche i magistrati italiani aderiscono alla giornata di lutto indetta per la tragedia del Sud Est asiatico. E per manifestare concretamente, oltre che in modo simbolico, la solidarietà con le popolazioni colpite dal maremoto, l'Associazione Nazionale Magistrati ha deliberato di promuovere una raccolta di fondi tra i magistrati, aprendo l'apposito conto "Anm sottoscrizione Sud Est asiatico".

Piena solidarietà anche dal mondo politico. I Democratici di sinistra aderiranno alla giornata di lutto indetta dall'Unione europea anche avviando raccolte di fondi presso i militanti, mettendo in moto la Sinistra giovanile, l'Unità e Movimondo, l'ong già presente in alcuni dei Paesi colpiti. Alla sede di via Nazionale, a Roma, bandiere a mezz'asta e tre minuti di silenzio a mezzogiorno. «I Ds -si legge in una nota- esprimono il loro pieno sostegno alle iniziative di solidarietà promosse dalle organizzazioni internazionali, dalle organizzazioni umanitarie e dalle associazioni del volontariato e chiedono ai propri iscritti e militanti, nell'ambito della vasta e spontanea azione che si va manifestando nel Paese, di promuovere iniziative per la raccolta di fondi a favore delle popolazioni colpite dall'immane sciagura».

Anche da Confcommercio arriva l'invito a tutte le imprese associate a rispettare tre minuti di silenzio e di raccoglimento in tutti i luoghi di lavoro, a mezzogiorno. «Un segno di solidarietà -afferma una nota- che si aggiunge alle iniziative concrete di aiuto già avviate e alle altre ancora che si svilupperanno».

Artigiani in prima linea per esprimere solidarietà alle popolazioni colpite dal maremoto. Confartigianato partecipa alla giornata di lutto di domani e chiede a tutte le organizzazioni territoriali aderenti e agli artigiani di interrompere l'attività lavorativa per tre minuti di raccoglimento. Confartigianato, inoltre, invita gli imprenditori associati a portare concreta solidarietà, sostenendo la raccolta di fondi promossa dalla Caritas italiana. Gli artigiani, poi, si sono attivati per inviare nel Sud Est asiatico potabilizzatori d'acqua.

Solidarietà e raccoglimento per tre minuti anche per gli aderenti a Confesercenti. Al valore simbolico della giornata di lutto, la Confesercenti chiede con una nota «di aggiungere un contenuto concreto inviando uno o più sms al numero 48580 per incrementare gli aiuti destinati alle popolazioni disastrate».

Anche Legacoop aderisce alla giornata di lutto proclamata dalla presidenza dell'Unione europea ed invita tutte le cooperative associate a sospendere le attività e a osservare tre minuti di silenzio alle 12 di domani.Già nei giorni scorsi, Legacoop aveva deciso di raccogliere fondi, attivando uno specifico conto corrente nel quale sono già confluiti rilevanti contributi da parte di cooperative e di singoli.

Raccoglimento e solidarietà anche davanti agli sportelli bancari. L'Abi e le banche hanno, infatti, aderito alla proposta dell'Unione europea per commemorare le vittime del maremoto. Alle 12 di domani, quindi, si bloccherà l'attività e saranno osservati tre minuti di silenzio in segno di lutto.

Non solo lutto, ma anche piena collaborazione con le istituzioni e gli organi preposti arriva, invece, da Confservizi, la confederazione che riunisce le aziende dei servizi pubblici locali. «Chiediamo a tutte le nostre aziende associate di osservare tre minuti di raccoglimento, nelle modalità che la loro funzione quotidiana di erogazione dei servizi gli consentirà», afferma il presidente di Confservizi, Raffaele Morese. «Proprio i nostri servizi -ricorda- acqua, trasporti, energia, igiene urbana e servizi sociali di vario genere, sono quelli dei quali si avverte immediatamente la mancanza in situazioni come questa. Per questo motivo rinnoviamo la totale disponibilità delle nostre associate ad agire in collaborazione con le istituzioni e gli organi nazionali incaricati delle iniziative di solidarietà».

A mezzogiorno si fermeranno anche gli aeroporti italiani. L'Ente nazionale per l'aviazione civile (Enac) «in adesione alla giornata di lutto per commemorare le vittime del maremoto del Sud Est asiatico, ha dato disposizione affinché in tutti gli aeroporti italiani, domani 5 gennaio, alle 12, vengano osservati 3 minuti di silenzio in segno di lutto e di solidarietà con tutte le popolazioni colpite».

L'associazione Telefono Blu, invece, si rivolge direttamente ai cittadini invitando tutti gli italiani ad esporre domani la bandiera tricolore a lutto dai balconi. L'iniziativa, spiega Telefono Blu, è volta a ricordare tutti i nostri morti uccisi dalla violenza della natura mentre stavano festeggiando il Natale, senza dimenticare i Paesi coinvolti. Per questo motivo Telefono Blu chiede anche di inviare aiuti a chi concretamente sta operando negli ospedali. Infine, l'associazione lancia un appello a non dimenticare, una volta passata la crisi, di viaggiare nelle zone colpite, perché vivono di turismo».

Nella giornata europea del lutto, la solidarietà arriva anche dall'industria del divertimento. Saranno le discoteche italiane a fare da cassa di risonanza alla raccolta fondi da destinare al Sud Est asiatico. L'iniziativa è del Silb-Fipe, l'Associazione nazionale impreditori locali da ballo aderente a Confcommercio, che riunisce circa 3.000 esercizi notturni in tutta Italia.

Una vera e propria catena di solidarietà, avviata dal presidente nazionale Renato Giacchetto e organizzata in poche ore tramite un'azione di «passaparola» tra gli imprenditori delle discoteche. Domani sera, in tutti i locali aderenti, sarà sollecitato più volte l'invio degli sms al numero 48580 direttamente con annunci in sala da parte dei dee jay. Previsto anche un minuto di silenzio in pista per ricordare le vittime del maremoto.

Numerose le adesioni da tutta Italia alla giornata di lutto proclamata dall'Unione europea. Il Piemonte si fermerà per rendere omaggio alle migliaia di vittime. Alle 12, i dipendenti della regione osserveranno tre minuti di silenzio e di raccoglimento. «È doveroso fermarsi -commenta il governatore del Piemonte, Enzo Ghigo- per testimoniare il dolore di tutta la comunità piemontese per le vittime di questo tragico evento che ha sconvolto il mondo intero».

Anche in Liguria adesione alla giornata di lutto. Aderendo al telegramma del prefetto di Genova, Giuseppe Romano, oltre al tricolore e alla bandiera dell'Unione europea, sarà esposta a mezz'asta anche quella della regione Liguria. In concomitanza con i tre minuti di silenzio e raccoglimento negli uffici, alle 12, il frate cappuccino padre Celso da Favale di Malvaro, cappellano dei Vigili del Fuoco, reciterà una preghiera davanti a uno dei presepi della mostra aperta nella sede della regione.

Anche dai palazzi che ospitano le sedi e gli uffici della regione Friuli Venezia Giulia domani sventoleranno le bandiere a mezz'asta. Il presidente della regione, Riccardo Illy, ha inoltre invitato i direttori centrali a far rispettare al personale in servizio nella giornata di domani tre minuti di silenzio a partire dalle 12, aderendo all'appello della Commissione europea.

Aderisce alla giornata di lutto anche il Comune di Trieste. A mezzogiorno, in concomitanza con i tre minuti di silenzio, gli agenti della Polizia municipale in servizio auto e moto si fermeranno, scenderanno dai propri mezzi e lasceranno i dispositivi luminosi accesi. I tre minuti di raccoglimento saranno aperti e chiusi da un giro di sirena dei mezzi in servizio.

A Venezia, le bandiere dell'Italia, dell'Europa, del Comune saranno esposte a mezz'asta nelle sedi municipali di Cà Farsetti e di Via Palazzo, in Piazza San Marco e in Piazza Ferretto. A mezzogiorno, in ogni ufficio, saranno osservati tre minuti di silenzio. A Cà Farsetti, su proposta della presidente del Consiglio comunale, Mara Rumiz, il personale si riunirà a mezzogiorno nella Sala consiliare per un momento collettivo di raccoglimento. Per tutto il giorno, il sito internet del comune oscurerà la home page con una lista nera a tutta pagina sotto l'intestazione «Comune di Venezia» e con la scritta «Venezia con l'Europa si raccoglie in un comune silenzio nel ricordo delle vittime del Sud Est asiatico».

A Milano, invece, anche il mondo dello spettacolo si ferma. Al teatro Smeraldo, infatti, domani non andranno in scena i comici di "Zelig Off" e lo spettacolo è stato annullato mentre la compagnia "I Re del Mambo", in scena al teatro Ciak, osserverà un minuto di silenzio. E l'Unione del commercio di Milano ha rivolto ai propri associati l'invito a rispettare i minuti di silenzio.

Per l'intera giornata, nella regione Emilia-Romagna saranno esposte le bandiere a mezz'asta, mentre l'amministrazione ha rivolto un invito a tutti i collaboratori regionali a osservare tre minuti di silenzio a partire dalle ore 12. Il presidente della Provincia di Bologna, Beatrice Draghetti, ha invitato tutti i dipendenti a osservare i tre minuti di raccoglimento.
Per tutta la giornata, inoltre, il tricolore di Palazzo Malvezzi rimarrà a mezz'asta in segno di lutto. Prosegue intanto la raccolta di fondi avviata subito dopo la tragedia, in collaborazione con il Comune di Bologna e la Caritas diocesana. Dal 29 dicembre, sono già stati raccolti oltre 100mila euro. Anche il Comune di Bologna terrà le bandiere a mezz'asta e, alle 12, insieme ai tre minuti di silenzio, suonerà a lutto la campana dell'Arengo.

A Bologna aderiscono al lutto anche l'Atc, azienda dei trasporti pubblici, con gli autobus che si fermeranno per 3 minuti a mezzogiorno e l'Azienda Usl, pronta anche a inviare squadrre di medici e infermieri nel Sud Est asiatico.

A Modena, invece, saranno abbrunate in segno di lutto le bandiere sindacali di Cgil, Cisl e Uil. Nei luoghi di lavoro, a partire dalle 12 si osserveranno 3 minuti di silenzio.

Il Comune di Cervia (Ravenna) partecipa al lutto europeo annullando tutte le iniziative previste per domani, inserite nel calendario di Luci d'inverno. L'unica iniziativa che avrà luogo, per questioni organizzative, è la «Ciaspalonda», tipica corsa podistica sulla spiaggia con le ciaspe, tradizionali racchette da neve."È intenzione della giunta -dichiara il sindaco, Roberto Zoffoli- devolvere parte della spesa prevista per lo spettacolo di fuochi d'artificio a favore dell'emergenza».

Tre minuti di silenzio e raccoglimento, bandiere a mezz'asta in tutte le sedi comunali, invito a tutti i cittadini e alle forze sociali ed economiche della città a dare un segno di solidarietà, anche a Firenze. Alle 12, a Palazzo Vecchio, i dipendenti comunali si raccoglieranno intorno al grande "albero della solidarietà", nel cortile della Dogana, per osservare i tre minuti di silenzio. L'amministrazione comunale ha inviato un messaggio alle organizzazioni economiche e sindacali e alle associazioni di categoria della città, con l'invito ad «unirsi al lutto per testimoniare la partecipazione al dolore e manifestare la propria convinta solidarietà con le popolazioni colpite dall'immane tragedia». La Regione Toscana ha invece previsto due brevi cerimonie alla sala giunta di Palazzo Bastogi e nel piazzale del centro direzionale di Novoli.

Ad Ascoli Piceno, invece, il sindaco Piero Celani ha lanciato un appello a tutti i concittadini. «Credo -ha detto- che anche in questa occasione gli ascolani sapranno ascoltare le ragioni del cuore e il loro innato senso di solidarietà saprà tradursi in atti concreti e generosi».

Nel Lazio, il presidente della Regione, Francesco Storace, ha annullato tutti gli impegni pubblici previsti per domani, in segno di lutto. Il sindaco di Roma, Walter Veltroni, parteciperà ai tre minuti di raccoglimento in piazza del Campidoglio. Sarà presente, anche Marco Tartaglia, il bagnino romano scampato per miracolo allo tsunami del Sud Est asiatico.

Anche la Provincia di Roma aderisce alla giornata di lutto. Il presidente Enrico Gasbarra e la sua giunta hanno annullato gli impegni pubblici previsti per la giornata di domani, in tutti gli uffici della provincia le bandiere saranno a mezz'asta, mentre Palazzo Valentini sarà listato a lutto e rimarranno spente le illuminazioni natalizie. Sempre nella Capitale, si fermerà "Notre Dame de Paris". Lo spettacolo previsto per il 5 gennaio alle 21 è stato quindi spostato al 6 Gennaio, sempre alle 21. E in tutti i teatri di Roma, l'Unione regionale Agis del Lazio ha proclamato un minuto di silenzio nelle sale.

Anche l'Unione industriali, e i sindacati Cgil, Cisl e Uil di Napoli aderiscono alla giornata di lutto promossa dall'Unione Europea. Le organizzazioni si attiveranno, inoltre, per la promozione di interventi di concreta solidarietà.

Anche nei negozi di Napoli e provincia domani si faranno tre minuti di raccoglimento a mezzogiorno per ricordare le vittime dello tsunami. Gli esercizi commerciali hanno aderito anche all'invito a donare, tramite sms ai gestori di telefonia mobile, un euro per le popolazioni colpite dal maremoto. «Un segno di solidarietà -afferma il presidente dell'Ascom-Confcommercio della provincia di Napoli Maurizio Maddaloni- che si aggiunge alle iniziative concrete di aiuto già avviate e alle altre ancora che si svilupperanno a livello locale e nazionale».

Anche in Calabria molte iniziative di solidarietà. Tutte le attività lavorative, alle 12 si fermeranno per 3 minuti I commercianti, quindi, terranno le saracinesche abbassate a metà durante i minuti di raccoglimento. A Cosenza si fermeranno i dipendenti dell'azienda ospedaliera, che si raccoglieranno in preghiera nella cappella ospedaliera. Tre minuti di silenzio anche per la provincia di Cosenza. In coincidenza con il lutto europeo, inoltre, si fermerà per tre minuti anche il grande porto di Gioia Tauro. Tutti i lavoratori del porto, inoltre, devolveranno un'ora del proprio salario alle popolazioni vittime del disastro. Bandiere a mezz'asta e stop per tre minuti anche alla provincia di Catanzaro.

Nella regione Sicilia, in segno di lutto, in tutti gli edifici, verranno esposte le bandiere a mezz'asta. A mezzogiorno, in tutti gli uffici dell'amministrazione regionale verranno osservati tre minuti di silenzio. In programma anche, una cerimonia religiosa, a palazzo D'Orleans a Palermo, sede della presidenza della regione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo