Sabato 16 Gennaio 2021 | 04:47

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Microchip nei corpi dei deceduti

PHUKET (TAILANDIA) - Dei microchip sono stati inseriti nei corpi dei deceduti ritrovati nelle zone della Thailandia colpiti dal disastroso Tsunami che ha devastato spiagge, villaggi, abitazioni, strutture sei giorni fa. Lo hanno annunciato fonti della polizia thailandese.
«I microchip sono stati inseriti per localizzare e per aiutare l'identificazione dei corpo - ha detto il colonnello John Poan-pasart, stamani nel corso del breefing quotidiano presso il centro di coordinamento di soccorso e di aiuti ospitati dal municipio di Phuket. «Per il momento sono stati inseriti 2.000 microchip e speriamo che questo possa aiutare le squadre forensi locali e internazionali che stanno operando nelle regioni devastate», ha ripetuto il colonnello. Una volta localizzati i corpi si potranno ritrovare e confrontare anche i campioni del Dna prelevati dalle autorità forensi e dai campioni del Dna e dalle informazioni fornite dalle famiglie dei deceduti.
Gli esami basati sull' accertamento del Dna proseguono intanto senza sosta anche nelle regioni a nord dell' isola di Phuket, dove si tenta di preservare i cadaveri, ormai decomposti a causa del caldo e dell'umidità, raffreddandoli con quantità enormi di ghiaccio. I resti per i quali non viene più ritenuta possibile la conservazione vengono ricoperti di paraffina e bruciati davanti ai templi.
Intanto si continuano a trovare molti cadaveri sotto le macerie dei villaggi che sono stati distrutti dal maremoto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400