Giovedì 21 Gennaio 2021 | 10:34

Il Biancorosso

Serie C
Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggianel foggiano
Volturino, fanno esplodere bancomat e fuggono con il denaro: indagano i cc

Volturino, fanno esplodere bancomat e fuggono con il denaro: indagano i cc

 
BatIl caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
Barinel Barese
Corato, scovato piromane di dodici anni

Corato, scovato piromane di dodici anni

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 
TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Covid news h 24L'annuncio
Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hib vaccinale

Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hub vaccinale

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

La testimonianza di padre Lawrence

india tsunami Cari amici,
sinceri ringraziamenti per il vostro cordoglio per le migliaia di vittime per la catastrofe che ha colpito le regioni costiere del Tamil Nadu e di Pondicherry.

Il Tamil Nadu è stato gravemente colpito dalle onde dello tsunami domenica 26 dicembre. Cinque aree della costa orientale, Chennai, Pondicherry, Cuddalore, Nagapattinam e Kanyakumari, sono state colpite in modo disastroso. In tutte queste aree le onde dello tsunami hanno lasciato dietro di loro una scia di totale distruzione, in termini di vite umane e danni materiali. Migliaia di povere persone, la maggior parte di loro famiglie di pescatori cattolici, soprattutto donne bambini, hanno perso la vita. Tra di essi ci sono anche parenti di padri salesiani della provincia di Chennai e Tiruchy. Ovunque si vede uno scenario tragico: corpi senza vita che giacciono nel fango, interi villaggi rasi al suolo e costruzioni distrutte dalla potenza delle acque. Tutto è successo così in fretta e inaspettatamente che la gente è stata colta di sorpresa e impreparata. L'intero stato del Tamil Nadu e di Pondicherry sono in lutto per le migliaia di persone che sono morte e per le migliaia che sono ancora disperse. Le linee telefoniche e gli altri mezzi di comunicazione sono fuori uso in molti posti e ancora non si conosce la condizione di molti turisti e pellegrini che si trovavano in quei posti, tra cui il famoso santuario di Nostra Signora di Vailankanni. Ci vorranno almeno delle settimane prima di riuscire ad avere una stima reale della tragedia.

Diverse ONG cattoliche stanno lavorando insieme per portare immediato sollievo al maggior numero possibile di persone. A Chennai , il Vescovo Ausiliario ha riunito la Diocesan Social Service Agency, la Caritas , la Conferenza Religiosa e altre ONG cattoliche per realizzare un piano d'azione che prevede innanzi tutto un primo intervento reperendo cibo, vestiti, medicine e alloggi e in un secondo momento un aiuto per aiutare queste persone fornendo loro reti da pesca, barche, ricostruendo le loro case e occupandosi dei bambini rimasti orfani.

Come misura di aiuto immediato , il lavoro è stato assegnato a diversi gruppi. La Conferenza Religiosa (CRI) si occuperò di raccogliere 5.000 bed-sheets per un costo di 7,50,000.00 rupie indiane e dell'invio di equipes di medici e personale paramedico per assistere i bisognosi.

I Salesiani della Provincia di Chennai partecipano a questo progetto di aiuti con tutto il loro supporto. Stiamo già ospitando 100 famiglie a St. Bede's a Chennai e oltre 500 persone nella parrocchia di Pavunjur (distretto di Kancheepuram). Abbiamo già inviato la somma necessaria per l'acquisto di 600 bed-sheets. Il direttore della Don Bosco Anbu Illam, il centro che raccoglie i bambini di strada di Chennai, ha inviato un gruppo di volontari per aiutare le persone delle zone colpite con azioni più mirate.

In previsione di uno sviluppo futuro delle aree tragicamente colpite, la diocesi ha mandato diversi gruppi di volontari e aspettiamo resoconti e relazioni più dettagliate. Una esatta stima delle perdite umane e materiali sarà possibile solo tra molti giorni.

Le isole Andamane e Nicobare sono state duramente colpite sia dalle scosse di terremoto che dalle onde , anche in modo maggiore rispetto alla zona del Tamil Nadu e di Pondicherry. I salesiani di queste zone sono salvi e si stanno adoperando al meglio nei soccorsi. Sfortunatamente, da ieri, tutti i mezzi di comunicazione con loro sono stati interrotti e quindi non siamo in grado di ricevere da loro altre notizie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400