Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 21:37

GDM.TV

Militari Usa fanno causa ad Associated Press per aver diffuso le foto delle torture a prigionieri in Iraq: «mettono a repentaglio le nostre vite»

LOS ANGELES - Sei membri dei Seals (unità di elite della Marina americana) e le mogli di due di loro hanno fatto causa all'agenzia Associated Press e ad un suo giornalista per aver pubblicato foto, tratte da un sito Internet, in cui si vedono i militari compiere abusi contro prigionieri in Iraq. In base alla querela, presentata davanti alla Corte superiore di San Diego (California), le immagini non mostrano abusi, ma mettono a repentaglio la vita dei soldati rivelando al mondo i loro volti.
«Riteniamo che l'uso delle foto fatto dalla Ap e il modo in cui sono state ottenute siano assolutamente legali e appropriati», ha commentato l'avvocato Dave Tomlinm che assiste l'agenzia e il giornalista Seth Hettena.
I querelanti - identificatisi solo come sei Seals della Marina e due loro mogli - sostengono che «non nascondendo le identità dei Navy Seals, i convenuti Seth Hettena e Ap hanno messo a repentaglio i sei Navy Seals querelanti e le loro famiglie, come pure hanno compromesso le loro future missioni e carriere».

La Marina Usa ha detto di non aver nulla che fare con l'azione legale, definita un'iniziativa individuale come quella che ciascun cittadino americano può intraprendere. Le foto mostrano tra l'altro membri dei Seals - parola che in inglese significa foche, ma è anche l'acronimo di 'Sea-Air- Land' (mare-aria-terra), a indicare la flessibilità operativa del reparto - seduti su prigionieri incappucciati e bendati, che puntano loro armi da fuoco alla testa e si appoggiano con i piedi su di loro. Le immagini sarebbero state riprese da uno dei militari e messe su Internet da sua moglie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive