Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 23:49

Il Biancorosso

Serie C
Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Bariemergenza coronavirus
Bitonto, focolaio Covid in cento anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

Bitonto, focolaio Covid in centro anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

 
FoggiaControlli dei CC
Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

 
LecceL'ente fallito
Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

 
Batsanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
Potenzala richiesta
Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

 
Covid news h 24L'annuncio
Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hib vaccinale

Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hub vaccinale

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

I racconti dei rientrati: «sembrava un film del terrore»

FIUMICINO (ROMA) - «Sembrava un film, uno di quegli spettacoli irreali che ti atterriscono. Solo che si trattava di una drammatica realtà. Dobbiamo alla fortuna di esserci svegliate in tempo se siamo riuscite a salvarci: l'acqua era entrata, nella camera dove dormivo con un'amica, fino all'altezza del letto. Sono stati minuti lunghissimi». E' ancora sotto choc, all'arrivo questa notte all'aeroporto di Fiumicino, Cristiana Lo Spinoso, 22 anni, in vacanza con familiari e amici nel villaggio Valtur di Malè.
Cristiana insieme con i genitori Stefano e Patrizia e il fratello Giorgio, di 15 anni, fa parte del gruppo di 112 turisti rientrati in Italia a bordo dei due Boeing 707 cargo della nostra Aeronautica Militare; turisti provenienti quasi tutti da Malè, alcuni da Phuket, in Thailandia. I turisti hanno trovato l'aeroporto mobilitato per l'accoglienza con vestiario messo a disposizione dalla Protezione Civile, per chi ne avesse bisogno, e bevande calde e generi alimentari di prima necessità forniti dalla società di gestione Aeroporti di Roma.

«Una esperienza drammatica da non augurare a nessuno - dice una ragazza in lacrime mentre abbraccia i familiari venuti a prenderla in aeroporto - Pensavamo ormai che saremmo morti, il nostro villaggio è stato completamente spazzato via dall'onda. Ci siamo salvati perché siamo riusciti ad aggrapparci ad un albero».
Al di là dei racconti individuali, un leit-motiv è il riconoscimento all'attività della Protezione Civile. «Sono intervenuti tempestivamente e ci hanno dato la massima assistenza», sottolinea Massimo Grilli, di Milano, in vacanza con la moglie Maria Ines, la figlia Cristiana, il genero Luciano Bagnato ed i nipoti Gaia di 14 anni, Carol di 11 e Nicolò di 13, a Royal Island, un atollo a nord di Malè.
«Un soccorso che fa onore al Paese», gli fa eco Fabio Carafina, di San Cesareo (Roma), che si trovava nelle Maldive con l'intera famiglia.
Una particolare assistenza è stata riservata a tre turisti che hanno viaggiato a bordo del secondo volo dell' Aeronautica Militare: si tratta di un cardiopatico, di un diabetico e di un uomo con problemi ai legamenti e che è stato trasferito all' ospedale Grassi di Ostia. Per un quarto turista si è resa necessaria una medicazione alle mani appena sbarcato.

Dopo la prima accoglienza ricevuta in aeroporto, tutti i passeggeri diretti in altre città della penisola e che non hanno trovato familiari ad accoglierli, sono stati trasferiti in un'area appositamente attrezzata nel settore nazionale, da dove partiranno sui primi voli utili per le rispettive destinazioni. Trentaquattro sono diretti a Milano, 2 a Torino, 1 a Bergamo, 6 a Verona, 10 a Napoli, 5 a Bologna, 4 a Bari, 2 a Venezia e altrettanti a Brindisi, 4 a Catania.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400