Martedì 11 Dicembre 2018 | 07:22

GDM.TV

i più visti della sezione

Per le retribuzioni si registra un +2,9

ROMA - Nel terzo trimestre del 2004 le retribuzioni lorde sono salite del 2,9% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, mentre hanno segnato un progresso dello 0,6% rispetto al trimestre precedente. Si tratta di una crescita tendenziale superiore al tasso di inflazione (indice Nic) che, nel periodo luglio-settembre 2004, è risultato pari al 2,1%. Lo rende noto l'Istat, precisando che nello stesso periodo il costo del lavoro è cresciuto del 3,1% su base annua (+0,7% sul secondo trimestre 2004) e gli oneri sociali del 3,8% (+0,7% sul secondo trimestre 2004).
Le retribuzioni lorde per unità di lavoro equivalenti sono cresciute, nel terzo trimestre, del 3,5% nell'industria e del 2,3% nei servizi. «Anche al netto degli effetti stagionali, la variazione rispetto al trimestre precedente è stata più elevata nell'industria (+0,7%) che nei servizi (+0,6%)», precisa l'Istat, sottolineando che all'interno del settore industriale le retribuzioni dei comparti relativi alle attività manifatturiere ed alle estrazioni di minerali hanno segnato un incremento tendenziale del 4,2%. Nel comparto della produzione di energia elettrica, acqua e gas, invece, le retribuzioni sono calate del 5,4%, «a causa del confronto con i livelli retributivi particolarmente elevati del terzo trimestre 2003, quando in alcune grandi imprese erano stati erogati consistenti incentivi all'esodo».
All'interno del terziario, la crescita tendenziale delle retribuzioni più marcata si è registrata nei settori del commercio e riparazione dei beni di consumo (+7,1%), dove il rinnovo del contratto nazionale ha previsto aumenti tabellari e consistenti una tantum. Nel settore dell'intermediazione monetaria e finanziaria, al contrario, si è verificata una «consistente riduzione delle retribuzioni (-1,4%) dovuta sostanzialmente all'effetto congiunto di due fattori: in alcune grandi banche i premi normalmente erogati a luglio sono stati anticipati a giungo - sottolinea l'Istat -; nelle assicurazioni, il calo tendenziale è dovuto al confronto con il livello elevato del terzo trimestre del 2003, che incorporava una consistente erogazione una tantum a copertura di un lungo periodo di vacanza contrattuale».
Per quanto riguarda il costo del lavoro, l'Istituto nazionale di Statistica segnala che nell'industria e nei servizi è stata complessivamente rilevata una variazione tendenziale del 3,1%, quindi «leggermente superiore a quella delle retribuzioni lorde». In particolare, il tasso di crescita tendenziale del costo del lavoro per unità di lavoro equivalenti è stato pari al 3,8% nel complesso dell'industria ed al 2,4% nell'insieme dei servizi. nel terzo trimestre, l'aumento tendenziale del costo del lavoro è risultato più elevato nel comparto del commercio e della riparazione di beni di consumo (+7,2%), mentre nei settori dell'energia elettrica, gas ed acqua e dell'intermediazione monetaria e finanziaria la variazione del costo del lavoro è stata negativa (rispettivamente -4,3% e -1,9%).
Per quanto riguarda infine gli oneri sociali, l'Istat registra nel terzo trimestre un incremento tendenziale del 3,8%: nell'industria si è avuto un incremento tendenziale del 4,4%, mentre nei servizi del 3,1%. All'interno del terziario, il settore del commercio e riparazione dei beni di consumo ha registrato la crescita più elevata degli oneri (+7,6%).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca