Giovedì 13 Dicembre 2018 | 10:45

GDM.TV

Corecom: cronisti non sono gli unici responsabili delle fughe di notizie

POTENZA - «Che il mondo dell' informazione debba interrogarsi sull' effetto mediatico realizzato con la diffusione delle notizie in occasione della recente eclatante azione giudiziaria, è sin troppo evidente. Ma da qui a cercare tra gli operatori dell' informazione i responsabili unici della diffusione di foto e notizie, ne corre». Lo ha detto in una nota il presidente del Corecom della Basilicata, Luigi Scaglione.
«Chi ha firmato l' esposto nei confronti dei due giornalisti ascoltati dal Procuratore Generale - ha aggiunto Scaglione - deve forse avere più coraggio nell' indicare i presunti responsabili della fuga di notizie, invece di cercare tortuose vie per identificare i presunti delatori. I giornalisti fanno il loro mestiere, come lo fanno i magistrati e gli avvocati. Da qui, la preoccupazione per il clima instauratosi, che ci auguriamo non limiti il diritto dei cittadini lucani ad essere informati».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»