Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 20:07

GDM.TV

Nedved risolve la gara di Bologna

BOLOGNA-JUVENTUS 0-1 (0-0)

Bologna (4-4-2): Pagliuca 6.5, Daino 6 (34' st Capuano sv), Juarez 6, Gamberini 6, Sussi 6, Bellucci 6.5, Zagorakis 6, Colucci 6, Amoroso 6.5 (20' st Loviso 6), Meghni 6 (20' st Locatelli 6), Cipriani 6.5. (39 Ferron, 31 Smit, 14 Binotto, 8 Giunti). Allenatore Mazzone 7.
Juventus (4-4-2): Buffon 6.5, Zebina 6, Thuram 6, Cannavaro 6, Zambrotta 6, Camoranesi 6 (36' st Kapo sv), Emerson 7, Appiah 6 (14' st Tacchinardi 6), Nedved 6, Del Piero 5.5 (26' st Zalayeta 6), Ibrahimovic 5.5. (12 Chimenti, 2 Ferrara, 7 Pessotto, 20 Blasi). Allenatore Capello 6.
Arbitro: Pieri di Genova 5.
Reti: nel st 41' Nedved.
Angoli: 5-1 per la Juventus.
Recupero: 3' e 4'.
Ammoniti: Bellucci e Pagliuca per proteste, Colucci per gioco falloso.
Spettatori: 28.000.

** IL GOL **

41' st - Pieri fischia una trattenuta di Capuano su Ibrahimovic poco oltre il limite dell' area e Nedved da posizione centrale indovina una punizione perfetta.

BOLOGNA - E' finita con la curva che scandiva «Ruberete, ruberete il tricolor», con la tribuna che inveiva contro Moggi, Giraudo e Bettega, con i giocatori del Bologna e Carletto Mazzone infuriati contro Pieri. E l'allenatore ha anche rischiato l'espulsione per un battibecco in campo con Zambrotta.
Forse non a torto visto che la punizione decisiva è venuta dopo una trattenuta dubbia di Capuano su Ibrahimovic (Pagliuca è stato il più deciso nel protestare prima e dopo il gol) e visto anche che a molti era sembrato da rigore il contrasto di Thuram al 19' della ripresa su un Cipriani che aveva tagliato in due la difesa. E 4' prima c'era stato qualche sospetto per un intervento di Zebina ancora su Cipriani.
Lo stesso attaccante che Pieri aveva ammonito per simulazione dopo quello che era stato invece un chiaro fallo da rigore contro la Roma. Simulazione inesistente, mostrarono i replay, che costò anche l' espulsione. E anche in questa serata i fischi di Pieri sono stati un po' sbilanciati a favore dei bianconeri.
Insomma la vittoria che ha permesso alla Juve di arrivare allo scontro col Milan col vantaggio intatto è stata senza gloria, arrivata solo nel finale e dopo una partita che il buon Bologna messo in campo da Mazzone avrebbe abbondantemente meritato di pareggiare. Non ha brillato una Juve che ha colpito un palo con Nedved nel primo tempo ma che ha anche rischiato più volte di andare in svantaggio e in cui Del Piero e Ibrahimovic hanno avuto solo rari spunti, mai contemporanei, in cui Camoranesi è calato dopo un bel primo tempo, e in cui Nedved prima della punizione-capolavoro non è stato quello dei giorni belli. Emerson ha provato a mettere ordine ma ha avuto poca collaborazione, anche perchè nell'occasione Zambrotta ha fatto solo il difensore. Ha fatto miglior figura il Bologna, trascinato in avanti dalla forza di Cipriani e tenuto in partita dalla applicazione di tutti.
Sono stati di brutto calcio solo i primi 20' quando le due squadre pestavano in mezzo al campo senza quasi mai farsi vedere nelle due aree (solo un colpo di testa fiacco di Cipriani). Poi di colpo la partita si è animata sui due fronti. Al 22' quando Cipriani ha toccato bene per Zagorakis che però non ha sfruttato fino in fondo l' ampio corridoio tirando da troppo lontano. E subito dopo quando Emerson di poco dentro l' area ha superato Pagliuca con un tiro che ha trovato il greco sulla linea. E ancora: al 26' Cipriani ha colpito ancora bene di testa, Buffon ha respinto e Gamberini è arrivato in corsa per tirare fuori e al 29' Zebina ha centrato, Nedved è stato bravissimo ad arrivarci con la fronte ma per centrare il secondo palo. Poi prima dell'intervallo c' è stata (36') una super parata di Buffon su Meghni (ennesimo colpo di testa) e c' è stato il primo spunto di Ibrahimovic, sfuggito a Juarez per un cross che Del Piero ha colpito al volo ma senza centrare la porta.
Meno occasioni e più polemiche nella ripresa. La Juve ci ha provato con Camoranesi e due volte con Ibrahimovic da fuori ma ha avuto una sola palla gol con la più bella azione della parità: al 39' Emerson ha trovato Zalayeta che ha lanciato benissimo Nedved sul cui cross Kapo ha colpito male sparando alto. Il Bologna ha ribattuto con le proiezioni di Cipriani. Ma con Pieri gli è andata male...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive