Lunedì 17 Dicembre 2018 | 06:36

GDM.TV

Il Genoa si gode la vetta della classifica

Il Genoa si gode la vetta della classifica del campionato cadetto. Nonostante il pareggio contro il Cesena nell'anticipo di venerdì i liguri mantengono il vertice della graduatoria. Questo grazie al passo falso dell'Empoli. I toscani di Somma, secondi in classifica con 34 punti, non vanno oltre lo 0-0 al Castellani contro il Catania. Il Torino di Ezio Rossi è terzo solitario al termine della vittoria del «Delle Alpi» contro il Catanzaro. I granata dopo 22' si portavano in vantaggio con il «colored» Mudingayi, al 51' il brasiliano Pinga falliva un calcio di rigore ma si faceva perdonare l'errore 16 minuti con la rete del raddoppio. Al 72' Catanzaro in dieci uomini per l'espulsione di Briano, un minuto dopo Marazzina, su rigore, per il definitivo 3-0. Il Venezia sciupa tutti negli ultimi cinque minuti della gara interna contro la Triestina. Gli arancioneroverde di Ribas (contestato a fine gara il tecnico uruguagio) controllano la gara per 70', passano in vantaggio con Guidoni e in due minuti (all'85' e all'87') si fanno addirittura rimontare da uno scatenato Tulli. Il Modena ribalta in dieci minuti lo score negativo con il Vicenza. La squadra emiliana dopo appena venti minuti incassa la rete di Moscardi per i veneti, poi ci pensano Sommese (82') e Fabbrini (90') a ribaltare il punteggio e consegnare al Modena tre punti d'oro in chiave-salvezza. Colpo del Verona a Perugia. La squadra gialloblù di Ficcadenti vince 2-0 al Curi con reti di Biasi (20') e Bogdani al 91'.
Identico punteggio esterno per l'Ascoli che espugna l'Adriatico di Pescara. Per i bianconeri marchigiani reti di Colacone e Bucchi. Piacenza e Bari non vanno oltre l'1-1. In Emilia i pugliesi di Carboni passano in vantaggio al 30' con Santurovo, al 42' Campagnaro per i biancorossi di Iachini. Al 57' il portiere del Piacenza Aldegani ha neutralizzato un penalty calciato dal capitano del Bari Carrus. Ancora una vittoria per la Salernitana di Gregucci. I campani, all'Arechi, regolano l'Arezzo con il punteggio di 2-0. A due minuti dal termine della prima frazione di gioco vantaggio della squadra locale con Zaniolo, il raddoppio del nigeriano Benjamin (scuola Juve) al 92'. Da registrare però ben tre espulsioni. Al 75' lo stesso Zaniolo e Torricelli guadagnavano anzitempo gli spogliatoi, al 91' era l'ex Bari Spinesi a raggiungere la doccia prima dei compagni. Tre punti che sono ossigeno per la Ternana. La squadra rossoverde umbra, seppur di misura, ha la meglio sull'Albinoleffe (sesta sconfitta per i bergamaschi). Decida l'attaccante del Lichtenstein Mario Frick al 49'. Venerdì sera la capolista Genoa ha subito lo stop da un Cesena che ha giocato in dieci per settanta minuti. (tedesco per i liguri, pareggio al 92' di Confalone). Domani sera allo «Scida» di Crotone, «prima» per il nuovo tecnico dei calabresi Andrea Agostinelli nella sfida al Treviso di Pillon.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia