Lunedì 18 Gennaio 2021 | 09:24

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Manfredonia, il vaccino non c'è: cittadini in ansia

Manfredonia, il vaccino non c'è: cittadini in ansia

 
PotenzaLa decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
LecceL'incidente
Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

 
BariL'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

In due anni uccisi figlio e fratello

NAPOLI - Secondo grave lutto in due anni per il boss della camorra, Carmine Alfieri, poi diventato collaboratore di giustizia: oggi è stato assassinato il fratello Francesco, due anni fa il figlio Antonio, di 30 anni, ucciso in un agguato in perfetto stile camorristico con i killer armati di fucili a canne mozze in un'auto a Saviano, nel Nolano, in provincia di Napoli.
Nell'agguato rimase gravemente ferita la ragazza che si trovava con lui. Il giovane, incensurato, era senza protezione: aveva rifiutato, secondo quanto si apprese in quella circostanza, il programma di protezione riservato ai parenti dei collaboratori di giustizia per marcare il dissenso dalla scelta del padre di pentirsi. Antonio Alfieri fu ucciso però, probabilmente, non per una vendetta nei confronti del padre ma perché rischiava di diventare un boss «scomodo». Così i clan della camorra alleati deciso di eliminare un potenziale concorrente pericoloso, grazie al nome che portava, per gli affari dei clan. L'omicidio sarebbe dunque stata una sorta di punizione nei suoi confronti per aver tentato di estendere i propri interessi.
Ma per Alfieri la scia di sangue di morti ammazzati in famiglia era iniziata già dieci anni fa. Nel '94 una parente del boss, Maria Cuomo, di 56 anni, venne uccisa a colpi di pistola nella sua abitazione di Saviano. Sei persone fecero irruzione nell'appartamento e nella sparatoria rimase ferito anche il marito della donna. Due anni dopo fu ammazzato anche Rosario Alfieri, un nipote di 23 anni. Il giovane fu ucciso a Castellammare di Stabia. Era sottoposto a una protezione saltuaria da parte delle forze dell'ordine: fu raggiunto ed ucciso da due sicari a bordo di uno scooter che gli spararono da distanza ravvicinata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400