Sabato 23 Gennaio 2021 | 21:33

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariBurrasca in arrivo
Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

 
BrindisiIl caso
Presunti abusi al porto di Brindisi: 12 richieste a processo

Presunti abusi edilizi nel porto di Brindisi: chiesto il processo per 12 persone

 
LeccePuglia, cinema e tv
Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

 
TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito netturbino 45enne

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 

La nave è misteriosamente affondata

Il cargo Bbc ChinaTARANTO - Non si trovano più in un'area controllata del molo polisettoriale del porto di Taranto le cinque casse piene dei componenti meccanici per realizzare armamento nucleare, destinate alla Libia di Gheddafi, sbarcate il 4 ottobre del 2003 dal mercantile tedesco Bbc China al termine di una operazione compiuta congiuntamente da Cia, Sismi e MI6. Il «prezioso» materiale, come la Gazzetta è in grado di rivelare, è stato trasferito in Germania su disposizione della magistratura tedesca che ha aperto una inchiesta sull'intera vicenda, anche alla luce di alcuni dettagliati rapporti dell'Aiea.
Il cargo destinato a Tripoli e dirottato a Taranto nell'ottobre del 2003, proveniva dal porto commerciale di Dubai negli Emirati Arabi e fu intercettato durante il transito nello stretto di Suez. A segnalare il «movimento» furono gli agenti segreti italiani. Sulle sue tracce si erano messe anche le unità navali impegnate in Oceano Indiano nell'operazione Enduring Freedom finalizzata proprio a contrastare ogni tipo di traffico illegale via mare.
La Bbc China fu affiancata da alcune imbarcazioni alleate e poi scortata sino all'Alto Jonio, dove, al limite delle acque territoriali italiane, fu presa in consegna da Guardia di Finanza e Capitaneria di Porto. La nave dei misteri giunse nel porto di Taranto, come risulta dai registri ufficiali, il 4 ottobre e ripartì nel pomeriggio del giorno seguente. A bordo del cargo, oltre agli ispettori doganali, salirono gli agenti dei servizi segreti italiani, tedeschi e americani. Gli 007 accertarono che nelle casse non c'erano pompe idrauliche, così come dichiarato nei registri della nave, ma componenti per realizzare le micidiali centrifughe, potenzialmente destinabili a scopi nucleari.
La Bbc China poi fece rotta verso Tripoli dove ad attenderla c'erano gli uomini di Moussa Koussa, il responsabile dell'intelligence libica all'estero. Gli agenti salirono a bordo, frugarono nelle stive, ma non trovarono nulla. A Moussa Koussa non restò altro da fare, dopo aver adeguatamente strigliato le sue spie, che avvisare Muammar Gheddafi che dopo qualche settimana si proclamò addirittura «uomo dell'Occidente», decidendo così di rompere definitivamente con l'internazionale del terrore.
L'inchiesta avviata dalla magistratura tedesca, come scritto in questa stessa pagina, ha portato nelle scorse settimane ad una serie di arresti e al smantellamento di una rete di terroristi che aveva una solida base in Sudafrica. Guarda caso, la stessa nazione al largo della quale il cargo Bbc China è naufragato ad ottobre. La nave era in viaggio per Durban quando è finita in una secca, poco distante dai porti di Grosvenor. A bordo c'erano 120 tonnellate di olio pesante, un quantitativo che ha subito fatto temere un disastro ambientale in una zona praticamente incontaminata. I 16 membri di equipaggio, compreso il capitano, sono stati messi in salvo da un elicottero e portati a Durban mentre buona parte del carico è stato recuperato. Dopo un mese di inutili tentativi, lo scorso 28 novembre la Bbc China è stata dichiarata irrecuperabile a causa di un cedimento strutturale che presto la dividerà praticamente in due. Una fine ingloriosa per una nave varata nel 2000 e finita al centro di un vero e proprio intrigo internazionale.
Mimmo Mazza

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400