Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 15:15

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzadati regionali
Covid, 57 nuovi positivi su 884 test (6,4%) e nessun decesso: somministrati oltre 10mila vaccini

Covid in Basilicata, 57 nuovi positivi su 884 test (6,4%): somministrati oltre 10mila vaccini

 
Leccecontrolli dei CC
Muro Leccese, arrestato pusher 39enne: aveva in casa eroina, hashish e denaro

Muro Leccese, arrestato pusher 39enne: aveva in casa eroina, hashish e denaro

 
Foggiail furto
Foggia, ladri rubano ambulanza a Borgo Incoronata ma l'abbandonano subito dopo

Foggia, ladri rubano ambulanza a Borgo Incoronata ma l'abbandonano subito dopo

 
TarantoIndagini della Poltel
Taranto, pedopornografia: 45enne trovato in possesso di 13mila «file» proibiti

Taranto, pedopornografia: 45enne trovato in possesso di 13mila «file» proibiti

 
Brindisil'inchiesta
Brindisi, perse il bambino al nono mese di gravidanza: indagati quattro medici

Brindisi, perse il bambino al nono mese di gravidanza: indagati quattro medici

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Indagini concluse, nessun indagato

PALAGIANELLO (TARANTO) - I cinque consulenti nominati dalla Procura della Repubblica di Taranto per far luce sullo scontro ferroviario di giovedì sera hanno completato l'ispezione tecnica sul luogo dell'incidente e si accingono a preparare la relazione da consegnare ai magistrati. Hanno 60 giorni di tempo per stilare il documento, ma gli inquirenti confidano di averlo in tempi più brevi.
Sono due i quesiti fondamentali posti dai magistrati ai quali i consulenti dovranno dare risposte: il primo è la ricostruzione esatta delle modalità dell'incidente e il secondo sono le cause che l'avrebbero provocato. In Procura è aperto un fascicolo d'inchiesta (titolari il procuratore aggiunto Franco Sebastio e il sostituto procuratore Remo Epifani), a carico di ignoti con la sola ipotesi di reato di lesioni colpose. Dipenderà dalla relazione dei consulenti se dovrà essere aggiunta anche quella di disastro colposo.
I macchinisti del treno merci e di quello passeggeri coinvolti nello scontro sono stati ascoltati dalla Polfer solo quali persone informate sui fatti.
Intanto uno dei quattro passeggeri ricoverati nell'ospedale di Castellaneta (Taranto) è stato trasferito al «Miulli» di Acquaviva delle Fonti (Bari). Negli ospedali della provincia di Taranto restano ricoverati in 19 su un totale di 78 persone rimaste ferite nello scontro. Il più grave è un ragazzo di 16 anni di Lizzano (Taranto) che ha subito l'amputazione del braccio sinistro ed è ricoverato nell'ospedale Santissima Annunziata di Taranto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400