Lunedì 10 Dicembre 2018 | 11:36

GDM.TV

i più visti della sezione

Anm: la riforma è contro la magistratura e i cittadini

ROMA - «Sbagliata, inutile e per molti aspetti incostituzionale». L'Associazione nazionale magistrati conferma il suo giudizio negativo sulla riforma dell'ordinamento giudiziario, che la Camera ha appena approvato in via definitiva. Rispettiamo il Parlamento, premette il "sindacato delle toghe", ma è nostro «dovere civile» esprimere «il più netto dissenso» e la «vivissima preoccupazione» per un insieme di norme che mettono «a rischio l'indipendenza della magistratura, modifica l'equilibrio tra i poteri dello Stato e diminuisce le garanzie dei cittadini». Una riforma, sostiene l'Anm, che è «contro la magistratura».
La giunta dell'Anm denuncia ancora una volta il mancato confronto sulle sue «motivate valutazioni critiche e proposte alternative»: «Non hanno trovato spazio alcuno», sostiene. E ricorda di essere stata «costretta a ricorrere per ben tre volte in due anni, un fatto senza precedenti, al gesto di protesta della astensione dall'attività giudiziaria di fronte ad una riforma "contro la magistratura"».
«A RISCHIO INDIPENDENZA MAGISTRATI E GARANZIE CITTADINI»
Ora, però, la legge è stata approvata. «L'Anm esprime il più rigoroso rispetto per le prerogative del Parlamento -premettono i vertici del "sindacato delle toghe"- Ma i magistrati hanno il diritto ed il dovere civile di esprimere l'opinione maturata sulla base della esperienza professionale specifica, unendosi alla critica ripetutamente espressa dagli altri operatori della giustizia e dal mondo accademico».
E l'Anm «non può che ribadire il più netto dissenso e la vivissima preoccupazione per un testo che pone a rischio la indipendenza della magistratura, modifica l'equilibrio tra i poteri dello Stato, diminuisce le garanzie dei cittadini». «Una riforma che migliori la giustizia è necessaria, ma deve essere attuata -sostiene l'Anm- in conformità con i principi fondamentali della Costituzione, come esige la VII Disposizione transitoria».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca

 
F-104, la  storia di un mitoper tre generazioni di piloti

F-104, la storia di un mito
per tre generazioni di piloti

 
Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: rivedi la diretta