Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 15:36

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariprevenzione
Bari, emergenza Covid: «Bene Consiglio Puglia su obbligo vaccino per operatori sanitari»

Bari, emergenza Covid: «Bene Consiglio Puglia su obbligo vaccino per operatori sanitari»

 
Potenzadati regionali
Covid, 57 nuovi positivi su 884 test (6,4%) e nessun decesso: somministrati oltre 10mila vaccini

Covid in Basilicata, 57 nuovi positivi su 884 test (6,4%): somministrati oltre 10mila vaccini

 
Leccecontrolli dei CC
Muro Leccese, arrestato pusher 39enne: aveva in casa eroina, hashish e denaro

Muro Leccese, arrestato pusher 39enne: aveva in casa eroina, hashish e denaro

 
Foggiail furto
Foggia, ladri rubano ambulanza a Borgo Incoronata ma l'abbandonano subito dopo

Foggia, ladri rubano ambulanza a Borgo Incoronata ma l'abbandonano subito dopo

 
TarantoIndagini della Poltel
Taranto, pedopornografia: 45enne trovato in possesso di 13mila «file» proibiti

Taranto, pedopornografia: 45enne trovato in possesso di 13mila «file» proibiti

 
Brindisil'inchiesta
Brindisi, perse il bambino al nono mese di gravidanza: indagati quattro medici

Brindisi, perse il bambino al nono mese di gravidanza: indagati quattro medici

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

«Il "miracolo" di San Biggeri dell'Istat»

ROMA - «Proseguono i miracoli di San Biggeri sul fronte dell'inflazione, con l'indice dei prezzi al consumo che secondo l'Istat sarebbe sceso a novembre all'1,9%: mentre il paese è allo stremo e intere fasce di popolazione non ce la fanno più a sostenere un caro-vita imperante, l'Istituto nazionale di statistica vorrebbe farci credere che l'inflazione non solo è sotto controllo, ma addirittura in discesa libera». Lo afferma l'Intesa dei consumatori commentando l'andamento dei prezzi al consumo in novembre rilevato dall'Istat.
«La gente non è affetta da allucinazione collettiva quando percepisce che il proprio stipendio è falcidiato e a malapena si riesce ad arrivare a metà del mese per vivere - affermano Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori - quindi ancora una volta invitiamo a diffidare da questi dati ridicoli, miracolistici e non aderenti neppure lontanamente ad una realtà fatta di sacrifici, lacrime e sangue».
«Come spiega San Biggeri - conclude l'Intesa dei Consumatori - il fatto che il caro-greggio abbia determinato la crescita dei prezzi alla produzione del 4,4%, mentre come per miracolo quelli al consumo sono scesi all'1,9%?».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400