Martedì 11 Dicembre 2018 | 18:02

GDM.TV

i più visti della sezione

Quarant'anni di radioastronomia in Italia

E' un compleanno speciale quello sta celebrando l'Istituto di Radioastronomia dell'Inaf. Il festeggiato è la "Croce del Nord", il primo radiotelescopio italiano, inaugurato il 24 ottobre del 1964 nei pressi di Medicina (Bologna), e che ha segnato l'inizio della radioastronomia in Italia.
Era l'inizio della radioastronomia osservativa in Italia. La storia, la ricerca attuale e gli ambiziosi progetti futuri delle odierne grandi antenne italiane, sono stati presentati a Medicina, con una serie di eventi. Sono stati presentati il nuovo Centro Visite per il pubblico, che sarà completato nel 2005 (ideato per un pubblico eterogeneo e per le scuole), il prossimo collegamento telematico a larga banda con la rete europea dei migliori strumenti che scrutano il cielo nelle onde radio e un'affascinante viaggio sui primi anni della radioastronomia italiana tramite una mostra storico-fotografica dal titolo "La nascita della Radioastronomia in Italia - I primi vent'anni del radiotelescopio Croce del Nord".
Le indagini sulle emissioni radio dei corpi celesti compiute in questi quarant'anni dallo strumento di Medicina e dalla grande parabola costruita nei primi anni ottanta, hanno prodotto importanti risultati nel campo dell'astrofisica e della cosmologia. In particolare, sono stati fatti passi avanti importanti sulla comprensione dei meccanismi di emissione radio, sulle proprietà del mezzo interstellare e sulla dinamica dell'Universo, identificando e catalogando oltre 30.000 sorgenti di onde radio nel cielo del nostro emisfero.
L'ambizioso progetto, che prevedeva la realizzazione di due file di antenne, ciascuna lunga circa 600 metri, e tra loro perpendicolari, fu ideato e inizialmente guidato da Marcello Ceccarelli. Alla memoria dello scienziato prematuramente scomparso, è stato intitolato il nuovo Centro Visite, collocato a poco più di un chilometro dai telescopi di Medicina. Le postazioni multimediali, la sala proiezione e un ricco materiale museale, permetteranno di illustrare i concetti di base dell'astronomia, spiegare cos'è e a cosa serve l'astronomia nella banda radio e conoscere la storia e il funzionamento dei radiotelescopi dell'Istituto di Radioastronomia.
A Medicina però non si ricorda solo il passato, ma ci si prepara ai prossimi quarant'anni e ad un futuro molto prossimo, che prevede una serie di rilevanti collaborazioni internazionali. E' infatti prevista a breve la firma di un importante accordo tra la Regione Emilia Romagna, l'Istituto Nazionale di Astrofisica e il Consorzio che gestisce la rete telematica della Ricerca (Garr). L' accordo riguarda la connessione della stazione di radioastronomia con un cavo di trasmissione dati a fabra ottica che permetterà di avviare un programma europeo di sperimentazione della tecnologia E-Vlbi (Electronic Very Long Baseline Interferometry - Interferometria Elettronica a Lunga Base). Antenne installate in Olanda, Inghilterra e Svezia, oltre a quella di Medicina, potranno compiere osservazioni simultanee in tempo reale, migliorando nettamente la qualità dei risultati ottenuti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie