Lunedì 17 Dicembre 2018 | 20:10

GDM.TV

i più visti della sezione

I punti contestati della riforma giustizia

ROMA - Concorso unico ma scelta definitiva, dopo cinque anni, del tipo di funzione che si vuole esercitare, se giudice o pm; possibilità di far carriera più velocemente tramite concorsi per titoli ed esami; azione disciplinare obbligatoria. Questi i punti salienti della riforma dell' ordinamento giudiziario approvata dal Senato e ora in discussione alla Camera. Questi stessi punti sono alla base dello sciopero proclamato dall'Anm. Ma la separazione delle carriere ha spinto allo sciopero, per motivi però diversi, anche l'Unione delle Camere Penali.

Ecco, in sistesi, le novità previste dalla riforma:

SEPARAZIONE DELLE FUNZIONI - Il magistrato dopo 5 anni di servizio, due dei quali, come uditore, dovrà scegliere se fare il Pm o il giudice. Per cambiare funzione dovrà sostenere un esame orale, frequentare un corso di formazione presso la Scuola della magistratura e ottenere una valutazione positiva. Ma soprattutto dovrà cambiare distretto giudiziario. La scelta poi diventa irrevocabile. Prima delle prove scritte e orali il candidato dovrà indicare nella domanda, pena l'inammissibilità, se preferisce la funzione giudicante o requirente.
COLLOQUIO PSICO-ATTITUDINALE - Nel testo approvato dalla Camera si parlava di 'test psico-attitudinale'. Poi si è preferita la versione più soft di 'colloquio di idoneità psico-attitudinale'. Nel maxi-endamento presentato al Senato si prevede che l'aspirante toga sia valutata anche da un punto di vista psicologico durante le prove orali. Un punto, questo, su cui Forza Italia ha puntato i piedi.
SISTEMA DEI CONCORSI - Per fare carriera velocemente il magistrato dovrà affrontare concorsi per titoli ed esami.
Novità introdotta dal maxiemendamento del governo è che la prova deve riguardare la soluzione di un caso pratico.
ORGANIZZAZIONE DELLE PROCURE - Solo il procuratore capo è titolare dell'azione penale e gli atti che incidono sulla libertà personale o su diritti reali devono essere assunti con il suo preventivo consenso. Solo lui potrà avere rapporti con i giornalisti. Il procuratore avrà inoltre l'obbligo di segnalare al consiglio giudiziario tutti i magistrati 'disobbedienti'.
SCUOLA DELLA MAGISTRATURA - Ha il compito di gestire la formazione degli uditori giudiziari; organizzare i corsi di aggiornamento professionale; valutare la professionalità dei magistrati; promuovere iniziative di studio e ricerca. La scuola gode di autonomia contabile, giuridica e funzionale e può utilizzare anche personale del ministero in numero non superiore a 50 unità.
AZIONE DISCIPLINARE - Diventa obbligatoria e nella riforma si indicano tutti i possibili reati che vanno dall'iscrizione ai partiti o ai movimenti politici, fino al rilasciare dichiarazioni o interviste. La esercita il Pg presso la Cassazione entro un anno dalla notizia del fatto e la può promuovere anche il ministro della Giustizia. Il Guardasigilli non potrà più impugnare la decisione di non luogo a procedere (così come prevedeva il testo licenziato dalla Camera) a meno che non sia stato lui a promuovere l'azione o a chiedere un' integrazione della contestazione.
LE NOMINE - Il Csm potrà assegnare incarichi semidirettivi senza sentire prima il parere del Consiglio direttivo della Cassazione e sarà necessario il concerto con il Ministro solo per le funzioni direttive di secondo grado. Tra le novità introdotte dal maxiemendamento, c'è la riduzione dal 40% al 30% dei posti per quei magistrati che vorranno arrivare prima in Corte di Appello sostenendo l'esame invece che attendere i 13 anni di attività previsti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo

 
Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti