Giovedì 21 Gennaio 2021 | 10:33

Il Biancorosso

Serie C
Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggianel foggiano
Volturino, fanno esplodere bancomat e fuggono con il denaro: indagano i cc

Volturino, fanno esplodere bancomat e fuggono con il denaro: indagano i cc

 
BatIl caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
Barinel Barese
Corato, scovato piromane di dodici anni

Corato, scovato piromane di dodici anni

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 
TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Covid news h 24L'annuncio
Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hib vaccinale

Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hub vaccinale

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Le tappe della Legge Gasparri

Maurizio Gasparri ROMA - Ecco, in sintesi, le tappe dall'entrata in vigore della legge Gasparri alla fusione Rai Spa-Rai Holding.
6 MAGGIO 2004 - Entra in vigore la legge Gasparri per il riassetto del sistema radio-tv. Prevede, tra l'altro, che la fusione per incorporazione di Rai Spa in Rai Holding avvenga entro due mesi (quindi entro il 6 luglio), che la prima offerta pubblica di vendita di azioni Rai venga avviata entro quattro mesi dalla fusione e che la nomina del nuovo cda a nove membri scatti a tre mesi dal completamento della prima opv.
5 LUGLIO - Il cda di Rai Spa approva all'unanimità il progetto di fusione. Il documento contiene tra l'altro lo statuto della nuova società frutto della fusione, la Rai-Radiotelevisione italiana Spa, e il bilancio gennaio-maggio 2004, che fa segnare un utile netto di 94,9 milioni di euro.
29 LUGLIO - Il cda di Rai Holding approva a sua volta il progetto di fusione, apportando alcune modifiche allo statuto della nuova società. Il documento torna così all'attenzione del cda di Rai Spa: i due consigli di amministrazione devono infatti approvare un identico testo.
8 SETTEMBRE - Via libera definitivo da parte degli azionisti di Rai Spa e Rai Holding allo statuto. Il documento viene così inviato per l'approvazione al ministero delle Comunicazioni, che a sua volta deve inviarlo per un parere (obbligatorio ma non vincolante) alla commissione di Vigilanza.
6 OTTOBRE - Sì a maggioranza dalla commissione di Vigilanza allo statuto della nuova Rai, senza modifiche. Pur ribadendo la sua bocciatura sugli attuali vertici della tv pubblica (già espressa in una risoluzione promossa dai centristi della maggioranza e approvata a maggioranza a luglio), l'Udc vota a favore con il resto della Cdl, proprio per non ritardare i tempi della privatizzazione.
8 OTTOBRE - Il ministro delle Comunicazioni Maurizio Gasparri approva lo statuto, che una settimana dopo viene depositato in Tribunale. Scattano così i trenta giorni di tempo previsti per eventuali opposizioni da parte dei creditori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400