Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 07:20

GDM.TV

i più visti della sezione

I danni all'agricoltura

ROMA - Allagamenti, frane, oliveti secolari divelti, strade poderali scomparse, fabbricati scoperchiati con danni inestimabili per le campagne italiane. E' quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti sugli effetti del maltempo che ha colpito anche le campagne in tutta Italia, e in particolare in Liguria, Puglia, Basilicata, Umbria, Toscana, Abruzzo, Molise, Calabria e Sicilia, con piogge torrenziali, grandine, raffiche di vento e neve.
Le sedi territoriali della Coldiretti delle zone colpite sono attivate per effettuare le necessarie verifiche dei danni e per coinvolgere le autorità competenti. Forte vento su tutta la Liguria con danni rilevanti agli oliveti con la caduta anticipata delle olive e alle strutture di copertura delle serre floricole soprattutto nella zona di Sanremo e Arma di Taggia. In Puglia, per la pioggia persistente che dura da cinque giorni, sono segnalate difficoltà per la raccolta delle olive in tutta la regione e si registrano difficoltà per completare la raccolta di uva da tavola nei vigneti e perdite per gli ortaggi e fiori coltivati in campo aperto. In Basilicata, nel Materano, il forte vento ha divelto oliveti secolari, soperchiato fabbricati rurali e stalle. Nel Metapontino si registrano allagamenti di interi campi di ortaggi e di abitazioni agricole.
Anche in Toscana le raffiche di vento hanno scoperchiato capannoni e stalle e hanno abbattuto alberi. In Umbria la neve è caduta nei campi seminati a grano nella zona di Colfiorito, mentre nella zona di Foligno e Spoleto è interrotta la raccolta delle olive. In Abruzzo, in provincia di Pescara, un nubifragio accompagnato da vento fortissimo durato oltre dodici ore ha causato la caduta di molte olive ancora sulle piante, si stima una perdita di almeno il 30% della produzione. In Calabria, nel reggino, forti piogge e trombe d'aria con esondazione di fiumi nell'area tirrenica a vocazione agrumicola e olivicola della Piana di Gioia Tauro; danni anche nelle zone olivicole aspromontane; nella zona ionica, al pari della tirrenica, il forte vento e la pioggia costante hanno aumentato il rischio di dissesti idrogeologici in una zona già fortemente provata. Cancellate dalla pioggia intensa molte strade interpoderali in tutta la Calabria. Nella costa ionica da Catanzaro a Crotone nubifragi e allagamenti; a causa dello straripamento del fiume Corace compromesse le semine di cereali (grano duro) e colpite le strutture agricole, danni all'olivicoltura con la caduta anticipata dei frutti. Nella zona di Sibari si stanno valutando i danni causati dal nubifragio e dal vento all'agrumicoltura in particolare alle clementine pregiate.
In Molise si registrano danni all'assetto idrogeologico del territorio con smottamenti, frane e fessurazioni profonde nella zona collinare del Fortore e del Medio e Basso Molise con danni anche al patrimonio infrastrutturale agricolo a partire dalle strade poderali e interpoderali. Allagamenti nelle zone agricole litoranee di Campomarino, Termoli, nelle valli del Sinarca e del Saccione a Nuova Cliternia dove per il vento si registrano danni ai vigneti e agli alberi da frutta (pesche, susine, nettarine). Per la pioggia, inoltre, perdita di semine di cereali (grano duro, foraggi, orzo). In Sicilia danni per oltre 25 milioni di euro a causa di una tromba d'aria che ha colpito venerdì la provincia di Ragusa distruggendo serre e capannoni rurali, coltivazioni di ortaggi e carrubeti. In provincia di Catania una grandinata ha colpito il versante ionico (Acireale) con danni all'ortofrutta e alle arance. A Enna allagamenti nei campi e alle strutture agricole hanno creato notevoli disagi agli imprenditori. In provincia di Siracusa distrutte serre e magazzini con danni rilevanti all'ortofrutta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia