Giovedì 13 Dicembre 2018 | 23:27

GDM.TV

In attesa dei funerali, Israele decreta lo stato di allerta

RAMALLAH - Si conclusa questa mattina all'alba la lunga agonia del presidente palestinese Yasser Arafat, da una settimana in coma in un ospedale militare vicino a Parigi. La morte di Arafat stata annunciata nella capitale francese dal portavoce dell'ospedale militare e a Ramallah dal segretario alla presidenza palestinese Tayeb Abdelrahim.
La salma del rais sarà trasportata oggi al Cairo, dove domani si svolgeranno i funerali ufficiali in presenza in particolare dei capi di stato arabi e di rappresentanti di molti governi del mondo.

SARA' SEPOLTO ALLA MUQATA - Arafat sarà poi trasferito in elicottero a Ramallah e verrà seppellito alla Muqata, il palazzo presidenziale dove ha vissuto ininterrottamente negli ultimi tre anni. La sepoltura, ha confermato il ministro palestinese Yasser Abed Rabbo, avverrà sabato. Con l'annuncio ufficiale della sua morte, la televisione palestinese ha immediatamente sospeso le normali trasmissioni: sugli schermi apparsa una immagine del Rais, su sfondo nero, accompagnata dal versetto coranico: «Da Dio veniamo, a Dio torni amò». Un annunciatore ha iniziato a leggere versetti coranici. A Gaza city alla notizia della morte di Arafat, molti militanti sono scesi in strada e hanno sparato raffiche di arma automatica verso il cielo. Subito dopo le moschee hanno aperto i battenti e dai minareti sono stati diffusi versetti coranici.

LUTTO DI 40 GIORNI NEI TERRITORI - Malgrado l'ora mattutina, migliaia di persone si sono riversate in strada, a bordo di automobili su cui avevano applicato immagini del presidente scomparso. In diversi incroci stradali giovani dimostranti hanno dato fuoco a pneumatici: il fumo scuro e acre ha invaso il cielo di Gaza city e di altri centri della Striscia. Sui marciapiedi sono presto apparse lamentatrici in lacrime: donne vestite in nero, che si disperano per la morte del leader. Scene analoghe si sono verificate in altre città palestinesi. Un lutto ufficiale di 40 giorni stato proclamato dall'autorità palestinese.

DA BRIGATE AL AQSA MINACCE A ISRAELE - Le Brigate Al Aqsa hanno accusato in un comunicato il governo di Gerusalemme di essere responsabile della morte di Arafat e hanno affermato di volere colpire Israele «ovunque». Nel documento il gruppo armato vicino al movimento Al Fatah di Arafat ha detto di considerare «il nemico sionista e il governo (del premier israeliano Ariel) Sharon totalmente responsabili dell'assassinio» di Yasser Arafat «per averlo assediato» per tre anni nel palazzo presidenziale della Muqata, a Ramallah.
Il gruppo integralista islamico Hamas ha affermato che la morte di Arafat accentua il suo impegno a «continuare la Jihad (la guerra santa, ndr) contro il nemico sionista fino alla vittoria ed alla liberazione».

ISRAELE DECRETA MASSIMA ALLERTA - Nel timore di incidenti o di attentati, Israele ha decretato lo stato di massima allerta. Da questa mattina è entrato in vigore un rigido isolamento della Cisgiordania mentre in Israele la polizia ha richiamato in servizio tutti gli agenti in licenza e ha rafforzato la sua presenza in tutti i centri dove c'è una forte presenza di folla, in special modo nell' area che circonda Gerusalemme e lungo la linea verde, il vecchio confine armistiziale con la Cisgiordania. Grande attenzione viene inoltre riservata alla situazione all'interno delle carceri, dove sono reclusi migliaia di militanti dell'intifada.

MINISTRO ISRAELE, FOMENTAVA IL TERRORISMO - «Era un fomentatore di terrorismo... fra di noi nessuno piangerà la sua morte», stata la prima reazione di un dirigente di Israele, il vicepremier e ministro della giustizia Yossef Lapid. Il capo dello stato ebraico Moshe Katsav in un comunicato ha auspicato che la morte di Arafat consenta di aprire «un nuovo capitolo» nei rapporti fra israeliani e palestinesi.

UN TRIUMVIRATO PER SOSTITUIRLO - Le redini del potere palestinese vengono riprese dopo la morte di Arafat da un triumvirato formato dal numero due dell'Olp Abu Mazen, che subentra al rais alla guida della cupola politica palestinese, dal premier Abu Ala e dal presidente del parlamento Ruwi Fatuh. Quest'ultimo, secondo la televisione al Jazira, sarà eletto oggi presidente provvisorio dell'Anp e presterà giuramento a mezzogiorno davanti al parlamento. Elezioni presidenziali e forse politiche dovrebbero svolgersi fra due mesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO