Lunedì 10 Dicembre 2018 | 05:15

GDM.TV

i più visti della sezione

Calcio/Serie A - Milan - Roma 1-1

MILANO - La leggenda metropolitana secondo cui se nel Milan non segna Shevchenko non segna nessuno non è poi così campata per aria. Il Milan ha perso l'occasione per mettersi a due punti dalla Juve perché, dopo il gol dell'ucraino al 6', non è riuscito a chiudere la partita.
Il cannoniere è uscito nell'intervallo, la Roma è cresciuta, ha pareggiato con Montella su una dormita della difesa rossonera all'inizio della ripresa e il duo Tomasson-Crespo non è riuscito più a sbloccare la partita nonostante l'entrata di Rui Costa e le sgroppate di Cafu e Kakà (in serata non eccezionale, ha creduto di essere stato sostituito e invece è uscito Seedorf...).
La Roma ha giocato una partita in crescendo: è partita male e poi è cresciuta. Con i suoi bambocci (bravo Aquilani, sufficienti Scurto, Di Martino) ha tenuto botta al grande Milan cui manca un vice-Shevchenko.
L'avvio rossonero è stato velocissimo e dopo appena sei minuti il Milan è andato in vantaggio: Gattuso ha lanciato «pendolino» Cafu sull'out di destra. Il brasiliano ha crossato e Shevchenko (solo sul centro-sinistra) di testa ha insaccato sul secondo palo. Per una ventina di minuti i rossoneri sono stati martellanti: al tiro sono andati in parecchi, ma senza precisione.
A questo punto Del Neri ha fatto uscire Delvecchio, in difficoltà sulla sinistra, inserendo il giovane Di Martino per rafforzare il centrocampo, spostando Mancini a sinistra e Aquilani a destra. La Roma ha cominciato a girare, Totti ha tentato di concludere, Montella è stato poco servito, ma si è visto un po' di giallorosso in campo. E tuttavia Tomasson e lo stesso Shevchenko hanno avuto diverse occasioni per raddoppiare, mancandole. Kakà ha corso molto, ma spesso a vuoto.
La permeabile difesa giallorossa ha così resistito agli assalti e le trame della Roma sono arrivate nei pressi dell'area rossonera, mettendo una o due volte in imbarazzo la retroguardia del Milan, senza tuttavia arrivare mai a tirare pericolosamente: qualche bordata di Totti fuori bersaglio e un debole colpo di testa di Dellas su angolo e null'altro. Insomma, un primo tempo quasi a senso unico in cui il Milan avrebbe potuto raccogliere di più. L'uscita di Shevchenko (Crespo) e Dellas (Mexes) nell'intervallo ha un po' modificato l'andamento della partita, anche perché la Roma ha pareggiato subito: sbandamento difensivo del Milan, palla per Montella sulla destra incustodito, pallonetto che bacia la traversa e Montella - anche lui solo - pronto a segnare il suo nono gol in campionato.
D'altro canto Crespo da tempo ha litigato definitivamente col gol (testa fuori all'8'), Cafu non è riuscito a imbroccare la porta (9') in diagonale e il duo Montella-Totti ha continuato a mettere in difficoltà il Milan, la difesa giallorossa ha chiuso i battenti, il Milan ha messo inutilmente palloni su palloni in mezzo all'area, i riflessi dei rossoneri si sono appannati e la Roma ha avuto buon gioco. Ancelotti ha tentato di modificare la squadra inserendo prima Costacurta (centrale e Maldini esterno) per Pancaro, poi Rui Costa per Seedorf. Tomasson servito da Kaklà al 22' si è mangiato una buona occasione, come Mancini solo a sinistra su una palla di Aquilani al 23'. Il tuffatore Rui Costa avrebbe voluto un rigore al 27' e ha messo fuori la palla della vittoria al 42', ha sfiorato il bersaglio al 45' (deviato da Pelizzoli), ma la sostanza è questa: Milan, no Sheva no goal.
Franco Zuccalà

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca

 
F-104, la  storia di un mitoper tre generazioni di piloti

F-104, la storia di un mito
per tre generazioni di piloti

 
Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: rivedi la diretta

 
Porto di Taranto, ecco l' ingresso spettacolare della portaerei Cavour

Porto di Taranto, ecco l'ingresso spettacolare della portaerei Cavour