Domenica 17 Gennaio 2021 | 14:41

Il Biancorosso

L'intervista
Auteri toglie gli alibi al Bari: «La fortuna? Conta altro»

Auteri toglie gli alibi al Bari: «La fortuna? Conta altro»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaNel Potentino
Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Foggianel foggiano
San Giovanni Rotondo, morto l'ultimo frate che ha vissuto insieme a Padre Pio

San Giovanni Rotondo, morto l'ultimo frate che ha vissuto insieme a Padre Pio

 
BariLotta al virus
Bari, al Policlinico via al richiamo vaccinale per i primi 30 operatori sanitari

Bari, al Policlinico via al richiamo vaccinale per i primi 30 operatori sanitari

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Si cerca una soluzione alla successione di Arafat. La ripartizione dei compiti tra il premier Abu Ala (Ahmed Qrea) e il suo predecessore Abu Mazen (Mahmud Abbas) appare consolidata

GERUSALEMME - Faticosamente, tra mille incertezze, esitazioni e diffidenze, la dirigenza politica palestinese cerca di organizzare la successione al presidente Yasser Arafat e di evitare così una situazione di caos foriero di violenze.
La ripartizione dei compiti tra il premier Abu Ala (Ahmed Qrea) e il suo predecessore Abu Mazen (Mahmud Abbas) appare comunque consolidata. Lo ha confermato, in un'intervista alla stazione televisiva araba Al Jazira, il direttore generale della presidenza palestinese Tayeb Abed Rahim.
Abu Ala, ha detto, ha assunto le funzioni di Arafat per quanto riguarda la gestione del braccio esecutivo dell' Autorità nazionale palestinese (Anp) mentre i poteri di Arafat, nella sua veste di presidente dell' Olp, l'Organizzazione per la liberazione della Palestina, sono passati a Abu Mazen in quanto presidente del Comitato esecutivo di questa organizzazione.
Malgrado questo passaggio di poteri, la situazione in seno all' Anp resta carica di incertezze, accentuate inoltre dalle contraddittorie notizie che giungono da Parigi circa le vere condizioni di Arafat, che sembra sia tra la vita e la morte.
Pare che gli stessi Abu Mazen e Abu Ala siano tenuti all' oscuro su come davvero stia il Rais, apparentemente per volontà della moglie Suha.
Ma questa incertezza d'altro canto sembra prevenire lo scoppio di una lotta aperta per la successione.
Fonti informate hanno riferito che la situazione che si è creata con l' assenza di Arafat è stata al centro di un incontro segreto che la scorsa notte hanno avuto a Ramallah alti dirigenti dell' Anp nell'abitazione di uno di loro per non esporsi alla luce dei riflettori della stampa.
Il premier Abu Ala è andato oggi a Gaza City per incontrarsi con gli esponenti delle 13 maggiori organizzazioni palestinesi, tra le quali Al Fatah e i due movimenti islamici Hamas e Jihad islamica, nella speranza di giungere a un'intesa tale da prevenire una situazione di caos in caso di un annuncio di morte di Arafat.
A conclusione dell' incontro Abu Ala ha lanciato un chiaro appello a tutti a evitare il ricorso a violenze fratricide, affermando che «ogni problema interno dovrà essere risolto sulla base di un dialogo nazionale. E' la sola soluzione possibile. Quella delle armi non lo è».
«La riunione - ha continuato - è stata molto importante perchè era la prima che raggruppava tutte le fazioni politiche, gli apparati della sicurezza e dirigenti dell' Anp».
Il premier ha detto che nella riunione si è discusso di come assicurare l'ordine e la sicurezza nella Striscia di Gaza e che a questo proposito ci saranno altri incontri.
Fonti palestinesi, che hanno voluto restare anonime, hanno detto che i capi dei servizi palestinesi hanno illustrato un piano per assicurare l'ordine e che questo è stato accettato da tutte le organizzazioni palestinesi, incluse quelle islamiche.
Al tempo stesso queste ultime, Hamas e Jihad, hanno ripetutamente segnalato nei giorni scorsi di voler essere associate al potere. Sami Abu Zuhri, esponente di Hamas, ha apertamente affermato la necessità di formare «una dirigenza unificata palestinese». Ha inoltre escluso l'interruzione della lotta armata contro Israele.
Abu Mazen, in un'intervista al quotidiano saudita al-Okaz, ha affermato d'altro canto che Hamas non potrà partecipare alla gestione degli affari palestinesi e alla vita politica fino a quando non entrerà nelle file dell' Olp o dell' Anp come partito politico.
L' Anp, ha inoltre dichiarato, non assumerà il controllo della striscia di Gaza, dopo il previsto ritiro di Israele, se Hamas e la Jihad Islamica non accetteranno un cessate il fuoco.
Nel frattempo nei Territori si continua a uccidere e a morire. Nella striscia di Gaza due palestinesi armati della Jihad Islamica sono stati uccisi dal fuoco di soldati israeliani - uno dei quali è stato lievemente ferito - vicino all' insediamento di Neve Dekalim.
In Cisgiordania, a Jenin un ragazzo di 13 anni è stato ucciso da soldati, a quanto pare mentre partecipava a una sassaiola contro di loro. A Qalqilya due palestinesi delle Brigate dei Martiri di Al Aqsa sono stati uccisi in un'esplosione dentro l' automobile sulla quale viaggiavano.
L'esercito israeliano si è dichiarato estraneo alla loro morte, respingendo accuse in questo senso lanciate dalle Brigate.
Giorgio Raccah

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400