Mercoledì 27 Gennaio 2021 | 07:52

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'inchiesta
Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

 
Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini Ft

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto e 4 feriti. Uno è in gravi condizioni

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

Avv. Scamarcio: «La Banca d'Italia sapeva tutto»

TRANI (BARI) - «La Banca d'Italia sapeva tutto attraverso il reparto di vigilanza che per legge deve trattenere il dialogo operativo delle sue ispezioni solo ed esclusivamente con il governatore». Per questo motivo, in sostanza, il difensore di alcune parti offese, avv.Gaetano Scamarcio, ha ribadito oggi al gip la sua opposizione alla richiesta della Procura di Trani che ha invitato il giudice per le indagini preliminari Michele Nardi ad archiviare le posizioni del governatore di Bankitalia Antonio Fazio, e dell'ex presidente della Consob, Luigi Spaventa.
Sia Fazio sia Spaventa sono indagati dalla Procura di Trani per favoreggiamento reale nell'ambito dell'inchiesta relativa al collocamento sul mercato di prodotti finanziari emessi da Banca 121 (poi rilevata da Mps) che l'accusa ritiene essere truffaldini. Nel corso del suo primo lungo intervento, che proseguirà per altre due ore, il legale ha più volte ricordato il contenuto del secondo comma dell'art.7 del decreto legislativo 385 del '93 del Testo unico bancario che - ha detto Scamarcio - regola i rapporti operativi tra il reparto di vigilanza e il governatore di Bankitalia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400