Giovedì 24 Gennaio 2019 | 07:58

i più visti della sezione

Elezioni Usa, in Florida al voto sotto gli occhi del mondo

MIAMI - Gli abitanti della Florida stanno votando in questo Election Day consapevoli di avere addosso gli occhi di tutto il mondo, dopo i 36 giorni di conteggi e riconteggi delle presidenziali del 2000.
Ma a metà giornata non sembrano destinati a ripetersi gli incredibili problemi tecnici di quattro anni fa. Le schede a perforazione non esistono più, abolite in tutto lo Stato, e 15 contee su 67 hanno adottato il voto elettronico. Un metodo che non ha mancato di sollevare polemiche, ma che per ora sembra funzionare.
Nella contea di Miami-Dade - assieme a Broward e a Palm Beach teatro dell'odissea elettorale del 2000 - la gente si è recata ordinatamente ai seggi, aperti dalle sette di mattina alle sette di sera. Lunghe code solo in alcuni casi, specie nelle zone periferiche, anche se l'affluenza è destinata ad aumentare nelle prossime ore, quando in molti andranno a votare all' uscita dal luogo di lavoro. Picchi verso l'alto di partecipazione si sono registrati prima delle sette e nella pausa pranzo.
Tutto ciò tenendo conto che quasi un terzo dei 10,3 milioni di elettori della Florida hanno usufruito del voto anticipato a partire dal 18 ottobre. Alcuni esperti prevedono che l'affluenza potrebbe arrivare fino al 75-80%, un record assoluto.
In un seggio allestito in una stazione dei pompieri di Kendall, quartiere ispanico nella parte sud-ovest della città, la gente in fila è tranquilla perchè ha già usato questo sistema per le primarie. Si vota toccando uno schermo e le scelte possibili appaiono in inglese, spagnolo e creolo (destinato alla forte minoranza haitiana).
«Tutto sta andando molto rapidamente - dice Marcela, 36 anni, casalinga di origine colombiana sposata con un americano - non saremo più di 80-100 in fila e tra poco riuscirò ad entrare. Per votare Kerry, naturalmente».
A poca distanza, militanti dei due partiti principali espongono cartelli e gridano slogan, forse tentando di conquistare qualcuno in extremis alla propria causa. A Kendall i giochi sono aperti, nel quartiere convivono cubani - tradizionalmente repubblicani - con colombiani e messicani, che votano in maggioranza democratico. Un elettore cubano-americano che ha scelto Bush, racconta di una signora anziana a cui è stato detto che non poteva votare perchè lo avrebbe già fatto per corrispondenza nei giorni scorsi, ma l'interessata ha negato decisamente e ne è nata una discussione. Non è stato possibile entrare nel seggio per verificare la storia.
In generale la presenza degli avvocati inviati dai comitati di Bush e Kerry appare per il momento abbastanza discreta.
Altro seggio, stavolta a North Miami Beach, una zona abitata in maggioranza da ebrei, bacino elettorale tendenzialmente filo-Kerry. Le macchine sono elettroniche, ma c'erano già nel 2000. Gli elettori appaiono soddisfatti e tranquilli all'uscita dell'edificio. La fila qui però è più lunga.
«Ci ho messo tre ore per votare - conferma Joanna, americana bianca di 27 anni - ma ne valeva la pena. Stavolta la Florida deve andare ai democratici. E senza trucchi».
Josè, peruviano di 45 anni, ha invece scelto il presidente in carica e si sente in netta minoranza da queste parti. Ma dopo aver ammesso quasi sottovoce il suo voto, strizza l'occhio e mostra il segno della vittoria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Scontro tra tifosi all'imbarco dei traghetti di Messina: 5 ultrà arrestati

Scontro tra tifosi all'imbarco dei traghetti di Messina: 5 ultrà baresi arrestati

 
di maio gazzetta

di maio gazzetta

 
Creava finte società per non dichiarare al fisco: evasione da 30mln di euro a Cerignola

Creava finte società per non dichiarare al fisco: evasione da 30mln di euro a Cerignola

 
Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
Picci, la bambina afghana in pericolo di vitae il grande cuore dei militari italiani

Picci, la bambina afghana in pericolo di vita
e il grande cuore dei militari italiani

 
Bari, la festa della Polizia locale nella Basilica di San Nicola

Bari, la festa della Polizia locale nella Basilica di San Nicola

 
Taranto, organizzavano rapine in posta e gioiellerie: arrestata banda

Taranto, rapinavano uffici postali e gioiellerie: fermati in due

 
Dopo 19 giornate si ferma la corazzata BariAbayan, Crucitti e Cataldi i protagonisti

Dopo 19 giornate si ferma la corazzata Bari
Abayan, Crucitti e Cataldi i protagonisti

 
La storia delle teste di cuoio italianeraccontata dal comandante Alfa dei Gis

La storia delle teste di cuoio italiane
raccontata dal comandante Alfa dei Gis

 
In un anno bonificati 50mila ordigni inesplosiArtificieri e palombari al servizio del Paese

In un anno bonificati 50mila ordigni inesplosi
Artificieri e palombari al servizio del Paese

 
Matera 2019, in 3000 sotto la pioggia per la serata inaugurale

Matera 2019, in 3000 sotto la pioggia per la serata inaugurale

 
Investimento in via Crisanzio

Investimento in via Crisanzio