Giovedì 13 Dicembre 2018 | 03:09

GDM.TV

A Ojiya tre morti e quattro dispersi

TOKYO - La città di Ojiya, di 40.000 abitanti, la più colpita dalla serie di violenti sismi che hanno sconvolto stasera il Giappone centroccidentale, in particolare la prefettura di Niigata, è completamente isolata e irraggiungibile e completamente priva di elettricità a cinque ora dalla prima devastante scossa di 6,8 gradi Richter.
Lo hanno reso noto giornalisti della tv pubblica 'Nhk' che hanno tentato invano di raggiungere la città in macchina. « La statale che porta alla città è completamente affondata di una ventina di metri per un tratto lungo circa 100 metri da una parte e dall'altra è interrotta da frane. Che cosa stia accadendo nel cuore della città è per ora impossibile saperlo».
I primi bilanci ancora frammentari e non ancora ufficiali parlano di tre morti, quattro dispersi e oltre 250 feriti. Ma, hanno detto fonti degli uffici comunali dei centri più colpiti, dove le scosse hanno raggiunto l'intensità di 6+ sulla scala giapponese massima di sette, c'e il rischio che il bilancio si aggravi con il passare delle ore.
278.000 famiglie sono senza energia elettrica. Nella prefettura di Niigata almeno 1.000 sfollati, fuggiti dalle case pericolanti, si sono concentrati in scuole e palestre. Molti altri stanno bivaccando all'aperto, riparandosi dal freddo delle notte con coperte, e altri ancora hanno cercato rifugio nelle automobili.
La prefettura di Niigata ha chiesto l'intervento dell'esercito.
La terra intanto continua a tremare. Sono oltre 50 le scosse di assestamento finora registrate. Il sisma di oggi, secondo l'Ufficio sismologico, è il più violento nella regione dal lontano 1933.
L'ambasciata d'Italia a Tokyo ha reso noto di essere riuscita a contattare quasi tutti i connazionali nella prefettura di Niigata. Stanno tutti bene. « Continueremo ad oltranza a cercare di sentire tutti gli italiani della zona registrati preso gli uffici consolari» ha detto un portavoce dell'ambasciata.

Confermata da fonti ospedaliere la morte di almeno una persona e l'esistenza di circa 60 feriti nella zona città di Tokamachi. Molte altre cittadine e villaggi sono per ora irraggiungibili anche per telefono e mancano notizie.
25.000 famiglie sono senza elettricità. Si hanno notizie ancora frammentarie di edifici crollati in diversi centri con un numero imprecisato di residenti intrappolati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive