Martedì 18 Dicembre 2018 | 22:06

GDM.TV

i più visti della sezione

Melfi

Melfi castello Federico II Melfi è medioevale e si trova su un territorio vulcanico alle pendici nord del Monte Vulture. Fu abitata sin dal neolitico, fu dominio romano, com'è provato dai ruderi di una villa romana con mosaici. Subì l'influenza longobarda, poi quella bizantina, e nel 1041 divenne la prima contea dei Normanni in Italia. Guglielmo d'Altavilla vi fece costruire un castello ritenuto tra i più belli della regione. In seguito, il maniero fu ampliato dagli Svevi e poi dagli Angioini e Federico II nel 1231 vi promulgò le xCostitutiones Augustalesx, il primo testo organico di leggi scritte dell'età medioevale e di contenuto sia penale che civile. Nel XVI secolo divenne dimora della famiglia Doria fino alla riforma agraria e fu sede di vari Concilii.
Il primo dei quali fu convocato nel 1059 dal papa Nicolò II, il secondo nel 1067 dal papa Alessandro II e il terzo da papa Urbano II nel 1089, durante il quale il pontefice bandì la prima crociata in Terra Santa contro gli infedeli, istituendo l'obbligo del celibato ai religiosi. Nel Castello, che fu originariamente costituito da una parte centrale circondata da una cinta muraria, oggi c'è il Museo Nazionale del Melfese. Vi sono custoditi reperti archelologici della preistoria, dei periodi romano, bizantino e normanno. Nella torre è conservato il "Sarcofago di Rapolla", realizzato da artisti dell'Asia Minore.
Il Duomo di Melfi è dedicato all'Assunta e fu costruito nel 1153 dal re normanno Guglielmo I detto il "Malo". Fu quasi interamente rifatto nel secolo XVIII in stile barocco, tranne il campanile che conserva ancora le cara ttteristiche originarie normanne. L'interno è a tre navate e conserva un crocifisso ligneo del XV secolo, numerosi dipinti e una tavola del XII sec. raffigurante la Madonna col Bambino fra due Angeli. Accanto al Duomo, il Palazzo del Vescovado nel cui cortile c'è è una fontana barocca.
Dalla Porta Venosina, unica delle quattro porte di Melfi ancora esistenti, si nota una piccola parte delle antiche mura della città e il panorama del Vulture.
V.S.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo