Giovedì 25 Febbraio 2021 | 23:06

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIn via Crispi
Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
FoggiaIl sindaco
San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BariIl progetto
Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 
BrindisiIl caso
Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

 

i più letti

Come si presenta la malattia

La forma acuta è rara (circa 10% dei casi) ha un periodo di incubazione di 5-12 settimane, ed è riconoscibile dai sintomi classici di virosi quali: malessere generale, sonnolenza, nausea, dolenzia addominale, ittero, urine scure, feci chiare, astenia marcata.

La forma cronica è la più frequente. Dopo l'infezione acuta, che può passare assolutamente inosservata, si ha la cronicizzazione dell'infezione in circa il 90% dei casi.
La malattia epatica cronica si sviluppa mediamente nel 55-65% dei casi, in genere con un andamento indolente e sviluppo di epatite cronica stabilizzata, istologicamente documentabile, in un arco di tempo variabile, ma mediamente stimato di 10-15 anni.
Lo sviluppo di cirrosi (cioè la progressiva deposizione di tessuto cicatriziale nel fegato, con formazione di noduli) richiede mediamente dai 25 ai 30 anni.
Questa variabilità dipende da molti fattori, sia legati al virus (tipo, carica virale etc.) o all'ospite (stato immunitario, malattie concomitanti etc.) o fattori associati (alcol, farmaci, tossici, altri virus epatitici, etc.)
Di fatto, gli «stadi» di epatite cronica non sono differenziabili tra loro fino a che non si instaura un quadro di cirrosi complicata: saranno le complicanze, maggiori o minori, della cirrosi a dare segno di sé.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400