Martedì 11 Dicembre 2018 | 01:40

GDM.TV

i più visti della sezione

Come si contrae il virus

La via di trasmissione del HCV è di tipo parenterale, cioè attraverso il contagio con il sangue.
Sono riconosciute come vie di trasmissione: trasfusioni di sangue ed emoderivati, emodialisi, interventi chirurgici, tossicodipendenza, uso promiscuo di siringhe di vetro, uso promiscuo di lamette, forbici ed altri oggetti taglienti, tatuaggi, piercing, trasmissione verticale (madre-figlio).

Trasfusioni - Emodialisi: fonte di contagio importante fino al 1991, anno di diffusione dei test obbligatori di screening anti HCV. Dal 1991 in poi il rischio di trasmissione si è notevolmente ridotto fino a percentuali inferiori al 2%.
Tossicodipendenza: rischio legato sia all'uso promiscuo di siringhe, che ad uno stato di immunodepressione secondario all'uso di droghe pesanti endovena e ovviamente ulteriormente aggravato da una eventuale concomitante infezione da HIV.
Siringhe di vetro: la pratica comune di utilizzare le siringhe di vetro dopo «disinfezione» mediante bollitura in acqua a circa 90°C di temperatura per pochi minuti si è dimostrata insufficiente a sterilizzare adeguatamente (sono infatti necessari almeno 20-30 min. in autoclave, cioè con temperature superiori ai 130°C). Dall'avvento delle siringhe monouso questa via di trasmissione si è virtualmente eliminata.
Oggetti taglienti: l'uso promiscuo di oggetti taglienti o acuminati o inadeguatamente sterilizzati (attrezzature per centri estetici, da piercing e tatuaggi, accessori per odontoiatria, piccola chirurgia) sterilizzati per principio (completi da manicure e lamette da barba in ambito familiare).
Trasmissione verticale: il rischio di trasmissione madre-figlio, seppur controverso, appare basso. Nella maggioranza dei casi la madre «trasmette» al figlio gli anticorpi antiHCV ma non l'infezione: infatti si assiste con elevata frequenza alla «scomparsa» dell'antiHCV verso il 6° mese di vita. Un rischio importante si osserva solo in presenza di coinfezione HIV/HCV nella madre, associata ad alta replicazione virale. Va specificato che la positività per HCV del padre non comporta alcun rischio di trasmissione dell'infezione al feto.

Il virus dell'epatite C è nel sangue della persona contagiata, non si trasmette per via aerea e non si diffonde:
a) Starnutendo o tossendo, b) stringendo la mano, c) baciando, d) usando lo stesso bagno, e) mangiando cibo preparato da qualcuno che ha il virus dell'epatite C, f) tenendo un bambino in braccio, g) nuotando nella stessa piscina h) con le normali effusioni amorose.
Il virus deve entrare nel corpo attraverso la pelle o le mucose delle membrane affinché il contagio possa avvenire e ciò accade, (in ambito familiare) principalmente usando oggetti o strumenti contaminati da sangue infetto tipo:
Rasoi, forbici o tagliaunghie, spazzolini da denti, siringhe di vetro o uso promiscuo di siringhe a perdere, endovenose e assorbenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca