Domenica 24 Gennaio 2021 | 00:25

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariBurrasca in arrivo
Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

 
BrindisiIl caso
Presunti abusi al porto di Brindisi: 12 richieste a processo

Presunti abusi edilizi nel porto di Brindisi: chiesto il processo per 12 persone

 
LeccePuglia, cinema e tv
Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

 
TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito netturbino 45enne

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 

L'apporto dei riscaldamenti

Gli impianti convenzionali come i radiatori, i condizionatori d'aria, i termosifoni oppure le pompe di calore generano movimenti d'aria a vortice. Il che vuol dire che immettono aria calda nell'ambiente che poi va a scaldare le pareti fredde e tutto l'abitacolo. Ma di fatto, questo crea un flusso d'aria calda che dal basso sale verso l'alto spingendo l'aria più fredda verso il basso, in questo modo si alzano le polveri e i micro organismi che sono sul pavimento e che raggiungono l'altezza variabile tra 1,20 e 1,80 metri per poi ricadere, per gravità, a terra. E' così che polvere e microrganismi arrivano proprio all'altezza del nostro viso e, dunque, involontariamente l'inaliamo, rischiando, e più spesso andando incontro ad allergie.
Si tratta di piccolissime, invisibili particelle che sovente sono la causa dei nasi chiusi, che capitano in inverno: non è sempre colpa dell'influenza, decisiva è anche l'aria secca e viziata che infiamma le mucose del naso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400