Martedì 19 Gennaio 2021 | 20:31

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

 
PotenzaIl virus
Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

 
TarantoLa denuncia
Asl Taranto, Perrini: «Pochi test nel weekend e da 3 giorni niente vaccini, neppure dose richiamo»

Asl Taranto, Perrini: «Pochi test nel weekend e da 3 giorni niente vaccini, neppure dose richiamo»

 
BariIl caso
Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

 
Foggiaparto record
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 

i più letti

Il Milan continua a punteggio pieno la sua marcia in Champions e batte il Barcellona per 1-0

MILANO - Il Milan continua a punteggio pieno la sua marcia in Champions. Ancelotti e Rijkaard, ex compagni di un Milan fortissimo a centrocampo, hanno giocato una partita tattica, senza grandi vampate offensive. La differenza fra i blaugrana e i rossoneri è stata quella, non trascurabile, che il Milan ha potuto contare su un certo Shevchenko che il suo golletto riesce sempre a tirarlo fuori dal cilindro e il Barca no. Così alla fine Ancelotti ha vinto, pur avendo patito talvolta i palleggi degli avversari e qualche loro raro affondo, specie quello di Inesta al 45' della ripresa, che si è infranto sulla traversa, come un tiro di Larsson nel primo tempo. Il tecnico rossonero nel finale ha dovuto inserire Ambrosini e Serginho per evitare che il Barcellona prendesse il sopravvento. Gli è andata bene, con un bel pizzico di fortuna. Inizialmente il Barcellona è parso abile a far massa a centrocampo e a tentare qualche assalto promosso quasi sempre dal terzino Belletti con lunghi traversoni dalla destra, poi la partita si è accesa: un bel destro di Shevchenko (parato) su imbeccata di Kakà e poi la difesa rossonera ha patito non poco la fitta e veloce rete di passaggi dei blaugrana e lo sgusciante Etòo al 19' ha servito Larsson, lasciato solo sulla sinistra: lo svedese ha tirato pizzicando la traversa.
Il Milan, talvolta in difficoltà in difesa dalle partiti di Pirlo e sulle linee esterne (Cafu e Maldini), ha tuttavia cominciato il suo lavoro ai fianchi del Barcellona: Seedorf, che ha agito su tutto il fronte al 20' ha servito Shevchenko, lasciato solo al centro dell'area, ed è stata provvidenziale per i catalani l'uscita di Valdes. Poi l'olandese al 31' è andato via sulla destra e ha crossato: Oleguer, Puyol e lo stesso Valdes hanno permesso a Shevchenko di svettare di testa e insaccare. Bel gol, ma erroraccio della difesa del Barcellona. Il Barcellona ha reagito, non c'è che dire, ma Ronaldinho, tampinato dall'esuberante Gattuso, ha esibito un campionario di nefandezze: una punizione alle stelle, un tiraccio, qualche errore di troppo. Evidentemente certe prodezze gli vengono bene soltanto quando gira gli spot pubblicitari senza avversari a contrastarlo. Per contro, Deco è apparso più concreto e al 44' si è presentato solo sulla sinistra, Nesta lo ha strattonato, lui ha tirato. Forse qualcun altro sarebbe crollato a terra ottenendo un rigore. Insomma, un buon finale di tempo del Barca che anche all'inizio della ripresa ha tentato di attaccare, ma il Milan ha risposto con Inzaghi e Shevchenko: l'ucraino al 10' ha sparato fuori dopo una bella azione. I tentativi degli spagnoli si sono infranti contro il dispositivo difensivo dei rossoneri, diovenuto più attento, e hanno trovato in Dida un baluardo insuperabile (al 22' Ronaldinho ha finalmente azzeccato un tiro rasoterra).
Poi Ancelotti ha tirato i remi in barca, inserendo Ambrosini al posto di Inzaghi e Serginho per Kakà, spento nel finale.. Solo un fendente rasoterra di Belletti (fuori) da destra ha messo paura al Milan e una bvordata di Inesta (lasciato solo sulla destra) che si è stampata sulla traversa. Poll ha arbitrato... all'inglese. Ah, se i nostri fossero capaci di fare come lui!
Franco Zuccalà
TABELLINO
MILAN: Dida 5,5; Cafu 5, Nesta 7, Stam 6,5, Maldini 5; Gattuso 6, Pirlo 5,5 , Seedorf 6,5; Kakà 6 (37'st Serginho sv); Shevchenko 6.5 (43'st Crespo sv), Inzaghi 5,5 (31'st Ambrosini 6). In panchina: Abbiati, Coloccini, Pancaro, Rui Costa.
Allenatore: Ancelotti 6.
BARCELLONA: Valdes 5,5; Belletti 6,5 , Puyol 5, Oleguer 5, Van Bronckhorst 6; Xavi 6,5 , Marquez 6, Deco 6; Larsson 5, Etòo 6 (24'st Iniesta 6), Ronaldinho 5,5. In panchina: Ruben, F.Navarro, Messi, Riera, Rodri, Pena.
Allenatore: Rijkaard 6.
ARBITRO: Poll (Inghilterra) 7.
RETE: 31'pt Shevchenko.
NOTE: serata umida, terreno in discrete condizioni, spettatori 76.502, incasso 1.585.583,33 euro.
Angoli 5-5.
Ammonito Puyol.
Recupero: 1'; 3'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400