Lunedì 18 Gennaio 2021 | 06:09

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
FoggiaIl caso
Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

 
LecceL'incidente
Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

 
BariL'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Rutelli: «Pagina nera della Repubblica». Fassino: «Chiederemo agli italiani di fermarla»

ROMA - «Una giornata nera per la Repubblica». Così Francesco Rutelli, leader della Margherita, commenta l'approvazione del testo sulle riforme alla Camera.
«Ha prevalso la pretesa di Bossi - continua - speriamo che la maggioranza di destra fermi la macchina impazzita di stravolgimento della Costituzione e della devolution».

«La maggioranza di destra ha voluto approvare a tutti i costi una brutta riforma costituzionale: un misto di separatismo e neocentralismo». E' il commento del segretario dei Ds Piero Fassino appena dopo il voto finale della Camera sulle riforme istituzionali. il leader della Quercia ribadisce ribadisce che l'opposizione «condurrà la battaglia contro questa riforma con tutti gli strumenti costituzionali: fino a che sarà in Parlamento ci batteremo in Parlamento, il giorno in cui avremo come unico strumento il referendum lo utilizzeremo per dire agli italiani di fermare una brutta riforma costituzionale» Per Fassino «è significativo che questa mattina, in sede di dichiarazione di voto i rappresentanti di Lega e An abbiano motivato questa riforma con argomenti esattamente opposti: il primo con una esaltazione assolutamente fuori misura delal devolution che non c'è, il secondo spiegando che si sono ricentralizzate gran parte delle competenze che avevano le Regioni, dicendo la verità». Questa, infatti per Fassino «non è una riforma federalista, ricentralizza gran parte delle competenze in capo allo Statò ridurra i poteri e le possibilità di autogoverno delle regioni e degli enti locali ma soprattutto disegna un vestito di Arlecchino che nessuno sarà in grado di far indossare all'Italia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400