Lunedì 17 Dicembre 2018 | 06:25

GDM.TV

All'alba di oggi è iniziato il Ramadan

AMMAN - E' cominciato all'alba di oggi, «nel momento in cui si poteva distinguere un filo bianco da uno nero», il mese sacro di digiuno che i fedeli mussulmani sono tenuti ad osservare. Da oggi niente cibo, bevande, sigarette e sesso dall'alba al tramonto per un intero ciclo lunare.
Puntualmente soggetto a discordie tra sciiti e sunniti e tra Paese e Paese, l'inizio ufficiale del nono mese del calendario islamico sembra aver collezionato questa volta un largo consenso: le alte cariche religiose di Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Qatar, Kuwait, Bahrein, Iraq, Libano, Egitto e Libia sono stati concordi nel far iniziare il digiuno dall'alba di oggi.
Sebbene fosse ormai certo da giorni che la luna piena sarebbe comparsa la scorsa notte, Izzedin Khatib Tamimi, il presidente dei giudici islamici della Giordania, aveva invitato i sudditi del regno a controllare il cielo ed a recarsi presso le corti competenti, che sono rimaste aperte tutta la notte, a prestare testimonianza e ufficializzare così l'inizio del Ramadan dell'anno 1425.
Anche le autorità civili si sono mosse per favorire una adeguata osservanza del mese di sacrificio (ma due pasti - dopo il tramonto e prima dell'alba - sono permessi dalla religione), e per non disturbarne i già faticosi ritmi: è stato così anticipato di due settimane il cambio dell'ora legale: lancette indietro non più dal 28 ottobre ma dalla prossima mezzanotte. La compagnia aerea di bandiera Royal Jordanian, sorpresa da questa repentina decisione, ha sollecitato i viaggiatori a controllare gli orari dei voli dalle pagine dei più importanti quotidiani. A rendere la giornata ancora più carica di significato anche le previsioni del tempo: sono attese infatti per oggi le prime piogge della stagione sulle brulle terre giordane, tra le dieci più aride al mondo.
Per circa 28 giorni in Giordania sarà vietato, e passibile di arresto, mangiare o bere in posti pubblici anche se non si è mussulmani.
Laylat-al-Qader, «la notte del potere», è la notte in cui il Profeta Maometto - fondatore dell'Islam - cominciò a ricevere la rivelazione del Corano da Allah, ed è per questo che il mese di Ramadan è normalmente accomunato con l'aggettivo «sacro». Per lo stesso motivo, oltre al digiuno è richiesto in questo periodo anche la rilettura dell'intero testo sacro dei musulmani.
Durante il mese di privazioni, perchè si possa solidarizzare con i più poveri e i più sfortunati, sono limitate le attività legate al tatto, al gusto, alla vista e all'udito così che i sensi non siano distratti dalla contemplazione di Dio. Ma tanto sacrificio può essere vanificato immediatamente da una successiva bugia, da una calunnia, da un falso giuramento, da un tradimento o dall'avidità. E anzi, è proprio durante il Ramadan che i mussulmani adempiono ad un altro precetto imprescindibile: la 'zakat', cioè l'offerta obbligatoria ai poveri.
Ma il Ramadan riveste anche un'importanza storica: in questo mese i seguaci del Profeta vinsero la prima battaglia (Al Badr) contro gli infedeli e la città di Mecca, ora il luogo più sacro ai musulmani, fu conquistata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia