Martedì 11 Dicembre 2018 | 21:29

GDM.TV

i più visti della sezione

«La Sapienza», protesta ad oltranza fino al 20 ottobre

ROMA - Andrà avanti fino al 20 ottobre la protesta di docenti e ricercatori della più grande Università d'Europa, «La Sapienza» di Roma, contro il decreto Moratti che introduce un nuovo sistema di reclutamento dei professori universitari. A dichiararlo è il coordinatore nazionale dei ricercatori Marco Merafina che assieme al Pro rettore de «La Sapienza» Gianni Orlandi annuncia per il 13 ottobre, alle ore 12 presso l'aula Amaldi del dipartimento di Fisica dell'Università La Sapienza, un incontro -dibattito sul tema della riforma dello statuto giuridico della docenza.
«Tutti insieme, - ha detto Gianni Orlandi - chiederemo al Parlamento e alle forze politiche di bloccare l'iter della legge e di tener conto delle posizioni delle università. Occorre un confronto serio che punti a qualificare sempre più il sistema universitario pubblico italiano». All'incontro parteciperanno i capigruppo parlamentari, i parlamentari della Commissione Cultura della Camera e del Senato, le forze politiche, le organizzazioni sindacali, le associazioni della docenza e quelle specifiche dei ricercatori, gli organi di stampa.
«Sul tema della riforma dello stato giuridico della docenza ha affermato il pro- rettore- si basa il futuro dell'università pubblica italiana. Non si tratta, quindi, di questioni corporative, ma di difendere l'interesse generale per la qualità dell'università e per il futuro del Paese».
«Sulla sospensione dell'iter parlamentare del disegno di legge Moratti - ha proseguito Orlandi- si è espresso anche il Comitato di Presidenza della CRUI (Conferenza dei Rettori delle Universit Italiane), in un comunicato stampa del 6 ottobre scorso. Stessa posizione ha assunto il CUN (Consiglio Universitario Nazionale)».
«La qualità dell'università pubblica per il futuro del Paese - ha concluso Orlandi - esprimerà con forza l'impegno e la mobilitazione di tutta la comunità accademica».
«Da oggi sono 33 le università coinvolte - ha detto il coordinatore nazionale dei ricercatori italiani, Marco Merafina - ed abbiamo deciso di mandare avanti la protesta fino al 20 ottobre. Ci stiamo battendo affinchè non avvenga la messa in esaurimento al ruolo di ricercatore, alla precarizzazione della carriera universitaria e all'abolizione del tempo definito».
Un altro appuntamento importante, ha ricordato Merafina, è l'incontro del 14 ottobre tra rappresentanti di docenti e ricercatori ed il sottosegretario all'istruzione Siliguini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera